24.1.1. Cartografia

24.1.1.1. Allinea punti agli elementi

Calcola la rotazione richiesta per allineare gli elementi puntuali con l’elemento più vicino di un altro layer di riferimento. Un nuovo campo viene aggiunto al layer in uscita che viene riempito con l’angolo (in gradi, in senso orario) rispetto alla elemento di riferimento più vicino.

Opzionalmente, la simbologia del layer in uscita può essere impostata per utilizzare automaticamente il campo di rotazione calcolato per ruotare i simboli. Se si desidera, si può impostare una distanza massima da utilizzare quando si allineano i punti, per evitare di allineare punti isolati a elementi distanti.

Suggerimento

Questo algoritmo è progettato per casi d’uso come l’allineamento dei simboli dei punti di edifici per seguire la direzione della strada più vicina.

checkbox Permette features in-place modification

24.1.1.1.1. Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vettore: puntuale]

Elementi puntuali per i quali calcolare la rotazione

Layer di riferimento

REFERENCE_LAYER

[vettore: qualsiasi]

Layer per il quale trovare l’elemento più vicino per il calcolo della rotazione

Distanza massima da considerare

Opzionale

MAX_DISTANCE

[numero]

Default: Non impostato

Se non viene trovato alcun elemento di riferimento entro questa distanza, non viene assegnata alcuna rotazione all’elemento puntuale.

Nome del campo per l’angolo

FIELD_NAME

[stringa]

Default: “rotazione”

Campo in cui memorizzare il valore di rotazione.

Applica automaticamente la simbologia

APPLY_SYMBOLOGY

[booleano]

Default: True

Ruota il simbolo degli elementi utilizzando il valore del campo dell’angolo

Layer allineato

OUTPUT

[vettore: puntuale]

Default: [Salva in un file temporaneo]

Specifica il layer del vettore in uscita ruotato. Uno di:

  • Salva in un Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva come File…

  • Salva in un GeoPackage…

  • Salva in una Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

24.1.1.1.2. Output

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer allineato

OUTPUT

[vettore: puntuale]

Il vettore puntuale con un campo di rotazione aggiunto. Se caricato in QGIS, viene applicata di default la simbologia del layer in ingresso, con una rotazione definita dai dati del suo simbolo.

24.1.1.1.3. Codice Python

ID Algoritmo: qgis:angletonearest

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id dell’algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli Strumenti di Processing. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

24.1.1.2. Combinare i database di stile

Combina più database di stile QGIS in un unico database di stile. Se elementi dello stesso tipo con lo stesso nome esistono in diversi database di origine, questi saranno rinominati per avere nomi univoci nel database combinato in uscita.

24.1.1.2.1. Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Database in ingresso

INPUT

[file] [lista]

File contenenti oggetti di stile QGIS

Oggetti da combinare

OBJECTS

[numerazione] [lista]

Tipi di oggetti di stile nei database in ingresso che vorresti mettere nel nuovo database. Questi possono essere:

Stile database in uscita

OUTPUT

[file]

Default: [Salva in un file temporaneo]

In uscita .XML file che combina gli oggetti di stile selezionati. Uno di:

  • Salva in un Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva come File…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

24.1.1.2.2. Output

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Conteggio scala di colori

COLORRAMPS

[numero]

Conteggio impostazioni etichetta

LABELSETTINGS

[numero]

Stile database in uscita

OUTPUT

[file]

In uscita .XML file che combina gli oggetti di stile selezionati

Conteggio dei simboli

SYMBOLS

[numero]

Conteggio formato testo

TEXTFORMATS

[numero]

24.1.1.2.3. Codice Python

ID Algoritmo: qgis:combinestyles

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id dell’algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli Strumenti di Processing. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

24.1.1.3. Creare visualizzazioni categorizzate dagli stili

Imposta la visualizzazione di un layer vettoriale ad una visualizzazione categorizzata usando simboli corrispondenti da un database di stile. Se non viene specificato alcun file di stile, vengono invece utilizzati i simboli dalla libreria di simboli dell’utente symbol library.<vector_symbol_library>`

Un’espressione o un campo specifico viene utilizzato per creare categorie per la visualizzazione. Ogni categoria è abbinata individualmente ai simboli che esistono all’interno del database di stile XML QGIS specificato. Ogni volta che viene trovato il nome di un simbolo corrispondente, il simbolo della categoria sarà impostato su questo simbolo identificato.

Se vuoi, gli output possono anche essere tabelle contenenti le liste delle categorie che non hanno potuto essere abbinate ai simboli, e i simboli che non sono stati abbinati alle categorie.

24.1.1.3.1. Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vettore: qualsiasi]

Layer vettoriale a cui applicare uno stile categorizzato

Categorizzare usando una espressione

FIELD

[espressione]

Campo o espressione per categorizzare gli elementi

Database di stile (lasciare vuoto per usare i simboli salvati)

STYLE

[file]

File (.XML) contenente i simboli da applicare alle categorie del layer in ingresso. Il file può essere ottenuto dallo strumento Gestore Stile Share symbols. Se non viene specificato alcun file, viene utilizzata la libreria di simboli locale di QGIS.

Usare la distinzione tra maiuscole e minuscole per i nomi dei simboli

CASE_SENSITIVE

[booleano]

Predefinito: False

Se True ( selezionato), applica un confronto case sensitive tra le categorie e i nomi dei simboli

Ignorare i caratteri non alfanumerici quando si confrontano.

TOLERANT

[booleano]

Predefinito: False

Se True ( selezionato), i caratteri non alfanumerici nei nomi delle categorie e dei simboli saranno ignorati, permettendo una maggiore tolleranza durante la selezione.

Categorie che non trovano corrispondenza

Opzionale

NON_MATCHING_CATEGORIES

[tabella]

Default: [Skip output]

Tabella risultato per le categorie che non corrispondono a nessun simbolo nel database. Uno di:

  • Ignora risultato

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva come File…

  • Salva come Geopackage…

  • Salva su Tabella PostGIS…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

Nomi di simboli che non trovano corrispondenza

Opzionale

NON_MATCHING_SYMBOLS

[tabella]

Default: [Skip output]

Tabella risultato per i simboli del database di stile fornito che non corrispondono a nessuna categoria. Uno di:

  • Ignora risultato

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva come File…

  • Salva come Geopackage…

  • Salva su Tabella PostGIS…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

24.1.1.3.2. Output

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Categorie che non trovano corrispondenza

NON_MATCHING_CATEGORIES

[tabella]

Elenca le categorie che non possono essere associate a nessun simbolo nel database di stile fornito

Nomi di simboli che non trovano corrispondenza

NON_MATCHING_SYMBOLS

[tabella]

Elenca i simboli dal database di stile fornito che non possono essere abbinati a nessuna categoria

Layer categorizzati

OUTPUT

[uguale all’input]

Il layer vettoriale in ingresso con lo stile categorizzato applicato. Nessun nuovo layer è in uscita.

24.1.1.3.3. Codice Python

ID Algoritmo: qgis:categorizeusingstyle

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id dell’algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli Strumenti di Processing. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

24.1.1.4. Crea database dello stile dal progetto

Estrae tutti gli oggetti di stile (simboli, scala di colori, formati di testo e impostazioni delle etichette) da un progetto QGIS.

I simboli estratti sono salvati in un database di stile QGIS (formato:file:XML), che può essere gestito e importato tramite la finestra di dialogo Style Manager.

24.1.1.4.1. Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Progetto in ingresso (lasciare vuoto per usare quello attivo)

Opzionale

INPUT

[file]

Un file di progetto QGIS da cui estrarre gli oggetti di stile

Oggetti da estrarre

OBJECTS

[numerazione] [lista]

Tipi di oggetti di stile nel progetto in input che vorresti mettere nel nuovo database. Questi possono essere:

Stile database in uscita

OUTPUT

[file]

Default: [Salva in un file temporaneo]

Specifica il file .XML di output per gli articoli di stile selezionati. Uno di:

  • Salva in un Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva come File…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

24.1.1.4.2. Output

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Conteggio scala di colori

COLORRAMPS

[numero]

Numero delle scale di colori

Conteggio impostazioni etichetta

LABELSETTINGS

[numero]

Numero delle impostazioni delle etichette

Stile database in uscita

OUTPUT

[file]

Risultato .XML per gli elementi di stile selezionati

Conteggio dei simboli

SYMBOLS

[numero]

Numero di simboli

Conteggio formato testo

TEXTFORMATS

[numero]

Numero di formati di testo

24.1.1.4.3. Codice Python

ID Algoritmo: qgis:stylefromproject

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id dell’algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli Strumenti di Processing. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

24.1.1.6. Impostare lo stile layer

Applica uno stile specifico ad un layer. Lo stile deve essere definito in un file QML.

Non viene creato nessun nuovo output: lo stile viene immediatamente assegnato al layer.

24.1.1.6.1. Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[layer]

Layer in ingresso a cui si vuole applicare lo stile

File di stile

STYLE

[file]

Percorso per il file .qml dello stile

24.1.1.6.2. Output

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

OUTPUT

[uguale all’input]

Il layer in ingresso con il nuovo stile assegnato. Non viene creato nessun nuovo layer.

24.1.1.6.3. Codice Python

ID Algoritmo: qgis:setlayerstyle

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id dell’algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli Strumenti di Processing. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

24.1.1.7. Colorazione topologica

Assegna un indice di colore al poligono in modo tale che nessun poligono adiacente condivida lo stesso indice di colore, minimizzando il numero di colori richiesti.

L’algoritmo permette di scegliere il metodo da utilizzare per l’assegnazione dei colori.

Un numero minimo di colori può essere specificato, se lo si desidera. L’indice del colore viene salvato in un nuovo attributo chiamato color_id.

L’esempio seguente mostra l’algoritmo con la scelta di quattro colori diversi; come puoi vedere ogni classe di colore ha la stessa quantità di elementi.

../../../../_images/topological_color.png

Fig. 24.1 Esempio di colori topologici

24.1.1.7.1. Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vettore: poligono]

Il layer poligonale in ingresso

Numero minimo di colori

MIN_COLORS

[numero]

Predefinito: 4

Il numero minimo di colori da assegnare. Minimo 1, massimo 1000.

Distanza minima tra gli elementi

MIN_DISTANCE

[numero]

Default: 0.0

Impedisce che agli elementi vicini (ma che non si toccano) vengano assegnati colori uguali. Minimo 0,0.

Assegnazione colore bilanciato

BALANCE

[numero]

Default: 0

Le opzioni sono:

  • 0 — Per numero di elementi

    Tenta di assegnare i colori in modo che il conteggio degli elementi assegnati a ogni singolo indice di colore sia bilanciato.

  • 1 — Per area assegnata

    Assegna i colori in modo che l’area totale degli elementi assegnati a ciascun colore sia bilanciata. Questa modalità può essere utile per evitare che elementi grandi risultino in uno dei colori che appare più dominante su una mappa colorata.

  • 2 — Per distanza tra i colori

    Assegna i colori in modo da massimizzare la distanza tra gli elementi dello stesso colore. Questa modalità aiuta a creare una distribuzione più uniforme dei colori su una mappa.

Colorato

OUTPUT

[vettore: poligono]

Predefinito: [Crea livello temporaneo]

Specifica il layer in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva come File…

  • Salva come Geopackage…

  • Salva su Tabella PostGIS…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

24.1.1.7.2. Output

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Colorato

OUTPUT

[vettore: poligono]

Layer vettoriale poligonale con una colonna color_id aggiunta

24.1.1.7.3. Codice Python

ID Algoritmo: qgis:topologicalcoloring

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id dell’algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli Strumenti di Processing. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.