13.2. Il Selettore dei Simboli

Il Selettore Simbolo è la finestra di dialogo principale per costruire un simbolo. Puoi creare o modificare simboli puntuali, lineari o di riempimento.

../../../_images/symbolselector.png

Fig. 13.10 Costruire un simbolo di linea

Due componenti principali strutturano la finestra di dialogo del Selettore Simbolo:

  • l’albero dei simboli, che mostra i layer dei simboli che sono combinati tra loro per formare un nuovo simbolo globale

  • e le impostazioni per configurare il layer del simbolo selezionato nell’albero.

13.2.1. L’albero dei layer dei simboli

Un simbolo può essere composto da diversi Layer di simboli. L’albero dei simboli mostra la sovrapposizione di questi layer di simboli che sono combinati successivamente per formare un nuovo simbolo globale. Inoltre, una rappresentazione dinamica del simbolo viene aggiornata non appena le proprietà del simbolo cambiano.

A seconda del livello selezionato nelle voci dell’albero dei simboli, vengono messi a disposizione vari strumenti per aiutarti a gestire l’albero:

  • symbologyAdd aggiungere un nuovo layer di simboli: puoi impilare tutti i simboli che vuoi

  • symbologyRemove rimuovere il layer del simbolo selezionato

  • bloccare i colori del layer dei simboli: un colore bloccato rimane invariato quando l’utente cambia il colore a livello di simbolo globale (o superiore)

  • duplicateLayer duplicare un (gruppo di) layer di simbolo(i)

  • spostare in alto o in basso il layer del simbolo

13.2.2. Configurare un simbolo

In QGIS, la configurazione di un simbolo si fa in due passi: il simbolo e poi il layer del simbolo.

13.2.2.1. Il simbolo

Al livello superiore dell’albero, dipende dalla geometria del layer e può essere di tipo Simbolo, Linea o Riempimento. Ogni simbolo può incorporare uno o più simboli (anche di diverso tipo) o layer di simboli.

Puoi impostare alcuni parametri che si applicano al simbolo a livello globale:

  • Unità: può essere Millimetri, Punti, Pixel, Metri in scala, Unità di mappa o Pollici ( vedi Selezione unità per maggiori dettagli)

  • Opacità

  • Colore: quando questo parametro viene cambiato dall’utente, il suo valore viene ripetuto a tutti i sotto-simboli non bloccati nel colore

  • Dimensione e Rotazione per i simboli puntuali

  • Larghezza per i simboli lineari

    Suggerimento

    Usa le proprietà Dimensione (per i simboli puntuali) o Larghezza (per i simboli lineari) a livello di simbolo per ridimensionare proporzionalmente le dimensioni di tutti i suoi symbol layers incorporati .

    Nota

    Il pulsante Data-defined override accanto ai parametri di larghezza, dimensione o rotazione è inattivo quando si imposta il simbolo dalla finestra di Gestore di stile. Quando il simbolo è collegato ad un layer di mappa, questo pulsante ti aiuta a creare una rappresentazione proportional or multivariate analysis.

  • Un’anteprima della symbols library: Vengono mostrati i simboli dello stesso tipo e, attraverso l’elenco a discesa modificabile di cui sopra, possono essere filtrati per testo libero o per categories. Puoi anche aggiornare l’elenco dei simboli usando il pulsante styleManager Gestore di stile e aprire la finestra di dialogo delle tipologie. Lì, puoi usare qualsiasi funzionalità come esposto nella sezione Il Gestore di Stile.

    I simboli vengono visualizzati o:

    • in una lista di icone (con miniatura, nome e tag associati) usando il pulsante openTable Lista Viste sotto la cornice;

    • o come anteprima dell’icona usando il pulsante iconView Vista a Icone.

  • Premi il pulsante Salva Simbolo… per aggiungere il simbolo che si sta modificando alla libreria dei simboli.

  • Con l’opzione Avanzato selectString puoi:

    • per i simboli di linea e di riempimento, Ritaglia Elementi all’Estensione della Mappa.

    • per i simboli di riempimento, Forza Orientazione secondo la Regola della Mano Destra: permette di forzare i simboli di riempimento tracciati a seguire la «regola della mano destra» standard per l’orientamento degli anelli (cioè, poligoni dove l’anello esterno è in senso orario, e gli anelli interni sono tutti in senso antiorario).

      La correzione dell’orientamento viene applicata solo durante la rappresentazione, e la geometria originale dell’elemento rimane invariata. Questo permette la creazione di simboli di riempimento con un aspetto coerente, indipendentemente dall’insieme di dati in fase di rappresentazione e dall’orientamento dell’anello delle singole caratteristiche.

    • A seconda della symbology del layer a cui viene applicato un simbolo, sono disponibili ulteriori impostazioni nel menu Avanzato:

13.2.2.2. Layer dei simboli

Ad un livello inferiore dell’albero, puoi personalizzare i layer dei simboli. I tipi di simbolo per i layer disponibili dipendono dal tipo di simbolo superiore. Puoi applicare al layer del simbolo paintEffects paint effects per migliorarne la resa.

Poiché non sarebbe possibile descrivere tutte le opzioni di tutti i tipi di layer di simboli, solo quelle particolari e significative sono menzionate di seguito.

Parametri comuni

Alcune opzioni e widget comuni sono disponibili per costruire un layer di simboli, indipendentemente dal fatto che sia di tipo punto, linea o riempimento:

  • il widget color selector per facilitare la manipolazione dei colori

  • Unità: può essere Millimetri, Punti, Pixel, Metri in scala, Unità di mappa o Pollici (vedi Selezione unità per maggiori dettagli)

  • il widget dataDefine Sovrascrittura definita dai dati vicino a quasi tutte le opzioni, estendendo le possibilità di personalizzare ogni simbolo (vedI Impostazione Sovrascrittura definita dai dati per maggiori informazioni)

  • l’opzione checkbox Abilita layer simbolo controlla la visibilità del livello del simbolo. I livelli di simbolo disabilitati non vengono disegnati durante la rappresentazione del simbolo ma vengono salvati nel simbolo. Essere in grado di nascondere i livelli del simbolo è conveniente quando si cerca il miglior design del proprio simbolo, poiché non è necessario rimuoverne nessuno per i test. La sovrascrittura definita dai dati rende poi possibile nascondere o mostrare diversi livelli di simbolo basati su espressioni (usando, per esempio, gli attributi delle caratteristiche).

  • il pulsante checkbox Effetto disegno per effects rendering.

Nota

Mentre la descrizione che segue presuppone che il tipo di livello del simbolo sia legato alla geometria dell” elemento, si tenga presente che si possono incorporare i livelli dei simboli l’uno nell’altro. In tal caso, il parametro del livello inferiore del simbolo (posizionamento, offset…) potrebbe essere legato al simbolo di livello superiore, e non alla geometria dell’elemento stesso.

Simboli di punti

Adatti per elementi geometrici puntuali, i simboli marker hanno diverse Tipologie di simboli:

  • Simbolo semplice (predefinito)

    ../../../_images/simpleMarkerSymbol.png

    Fig. 13.11 Configurare un Simbolo semplice

    Il tipo layer simbolo semplice ha le seguenti proprietà:

    • Dimensione in varie unità supportate

    • Colore di riempimento

    • Colore tratto, Stile tratto da un elenco predefinito e Dimensione tratto.

    • Stile unione: può essere Smussato, Seghettato o Arrotondato.

    • Stile testata: può essere Quadrato, Piatto o Arrotondato.

    • Rotazione

    • Offset nelle direzioni X e Y dall’elemento

    • Punto di ancoraggio: definisce il punto del quadrante del simbolo da utilizzare come origine del posizionamento. Questo è il punto a cui viene applicato Offset.

  • Simbolo Ellisse: un simbolo con unico layer, con larghezza e altezza personalizzabili

  • Simbolo riempito: simile al simbolo semplice, eccetto che usa un fill sub symbol per realizzare il simbolo. Questo permette l’uso di tutti gli stili di riempimento (e di tratto) esistenti in QGIS per la realizzazione dei simboli, ad esempio i riempimenti a gradiente o a sfumature.

  • Simbolo carattere: simile al simbolo semplice, eccetto che usa i caratteri installati per realizzare il simbolo. Le sue proprietà aggiuntive sono:

    • Famiglia del carattere

    • Stile carattere

    • Carattere(i), che rappresentano il testo da visualizzare come simbolo. Possono essere digitati o selezionati dal widget dei caratteri disponibili e si possono visualizzare in Anteprima con le impostazioni selezionate.

  • Generatore geometria (vedi Il Generatore Geometria)

  • Maschera: il suo sotto-simbolo definisce una forma di maschera la cui proprietà di colore sarà ignorata e sarà usata solo l’opacità. Questo è conveniente quando il simbolo si sovrappone a etichette o altri simboli i cui colori sono vicini, rendendone difficile la percezione. Maggiori dettagli in Proprietà Maschere.

  • Simbolo Immagine Raster: utilizza un’immagine (PNG, JPG, BMP …) come simbolo del marcatore. L’immagine può essere un file sul disco, un URL remoto o incorporata nel database degli stili (more details). La larghezza e l’altezza dell’immagine possono essere impostate indipendentemente o utilizzando il parametro lockedGray Blocca le proporzioni. La dimensione può essere impostata utilizzando una qualsiasi delle common units o come percentuale della dimensione originale dell’immagine ( ridimensionata dalla larghezza).

  • Simbolo Campo Vettoriale (vedi Il Simbolo di Campo Vettoriale)

  • Simbolo SVG: fornisce immagini dai percorsi SVG (impostati nel menu Impostazioni ► Opzioni… ► Sistema) da visualizzare come simbolo. La larghezza e l’altezza del simbolo possono essere impostate indipendentemente o utilizzando il parametro lockedGray Blocca le proporzioni. Anche i colori e il tratto di ciascun file SVG possono essere regolati. L’immagine può essere un file sul disco, un URL remoto o incorporata nel database degli stili (more details).

    Il simbolo può essere impostato anche con Parametri SVG dinamici. Vedi la sezione SVG parametrizzabile per parametrizzare un simbolo SVG.

    Nota

    Requisiti versione SVG

    QGIS visualizza i file SVG che rispettano il SVG Tiny 1.2 profile, destinato all’implementazione su una gamma di dispositivi, dai telefoni cellulari e PDA ai computer portatili e desktop, e quindi include un sottoinsieme delle funzionalità incluse in SVG 1.1 Full, insieme a nuove funzionalità per estendere le funzionalità di SVG.

    Alcune funzionalità non incluse in queste specifiche potrebbero non essere visualizzate correttamente in QGIS.

Simboli lineari

Specifici per le geometria lineari, i simboli lineari prevedono le seguenti tipologie di simboli:

  • Linea semplice (predefinita)

    ../../../_images/simpleLineSymbol.png

    Fig. 13.12 Disegnare un simbolo di linea semplice

    La tipologia simbolo di linea semplice ha molte proprietà uguali al simple marker symbol, e in aggiunta:

    • checkbox Usa pattern tratteggiato personalizzato: sovrascrive l’impostazione di Stile tratto con un trattino personalizzato.

    • Pattern offset: è possibile modificare il posizionamento dei trattini/spazi nella linea, in modo che possano essere collocati in posizioni migliori per tenere conto degli angoli della linea (può anche essere usato potenzialmente per «allineare» i bordi adiacenti del pattern trattino).

    • checkbox Allinea il pattern tratteggiato alla lunghezza della linea: la lunghezza del trattino sarà regolata in modo che la linea finisca con un elemento completo di trattino, invece che con uno spazio vuoto.

    • checkbox Ritocca il pattern tratteggiato sugli angoli acuti: regola dinamicamente la disposizione dei trattini in modo che gli angoli acuti siano rappresentati da un trattino completo che entra ed esce dall’angolo acuto. Dipende da Allinea il pattern tratteggiato alla lunghezza della linea.

    • Linee di Taglio da Inizio e/o Fine: consente al visualizzatore delle linee di tagliare i primi x mm e gli ultimi y mm dalla lunghezza effettiva della linea quando la si disegna. Può essere utilizzato, ad esempio, quando si creano simboli complessi in cui un layer di linea non deve sovrapporsi a layer di simboli marcatori posti all’inizio e alla fine della linea. La distanza di taglio iniziale/finale supporta una gamma di :ref:``units <unit_selector>`, inclusa la percentuale della lunghezza complessiva della linea, e può essere definita dai dati per un maggiore controllo.

  • Freccia: disegna linee come frecce curve (o meno) con una testa singola o doppia, configurabile (e definita dai dati):

    • Tipo testa

    • Tipo Freccia

    • Larghezza freccia

    • Larghezza della freccia all’inizio

    • Lunghezza testa

    • Spessore testa

    • Offset

    È possibile creare checkbox Frecce curvate (l’elemento linea deve avere almeno tre vertici) e checkbox Ripeti freccia su ogni segmento. Utilizza anche un fill symbol come gradienti o sfumature per rappresentare il corpo della freccia. Combinato con il generatore di geometrie, questo tipo di simbolo ti aiuta a rappresentare le mappe di flusso.

  • Generatore geometria (vedi Il Generatore Geometria)

  • Linea interpolata: consente di visualizzare una linea la cui Spessore tratto e/o Colore possono essere costanti (dati i parametri Larghezza fissa e Colore singolo) o variare lungo la geometria. Quando variano, gli input necessari sono:

    • Valore iniziale e Valore finale: Valori che verranno usati per l’interpolazione alle estremità della geometria degli elementi. Possono essere valori fissi, attributi degli elementi o basati su un’espressione.

    • Valore min. e Valore max.: Valori tra i quali viene eseguita l’interpolazione. Premi il pulsante refresh Aggiorna per riempirli automaticamente in base ai valori minimi e massimi di inizio/fine applicati al layer.

    • Disponibile solo per l’opzione spessore tratto larghezza variabile:

      • Larghezza min. e Larghezza max.: definiscono l’intervallo della larghezza variabile. Larghezza min. è assegnata al Valore min. e Larghezza massima al Valore max.. È possibile associare un unit.

      • checkbox Usa valore assoluto: considera solo il valore assoluto per l’interpolazione (i valori negativi sono usati come positivi).

      • checkbox Ignora fuori dall’intervallo: per impostazione predefinita, quando l’intervallo [valore iniziale - valore finale] di un elemento non è incluso nell’intervallo [valore min. - valore max.], le parti fuori limite della geometria dell’elemento vengono visualizzate con la larghezza minima o massima. Seleziona questa opzione per non visualizzarle affatto.

    • Per variare il colore, puoi utilizzare uno qualsiasi dei metodi di interpolazione di color ramp classification.

    ../../../_images/interpolatedLineSymbol.png

    Fig. 13.13 Esempi di linee interpolate

  • Linea di evidenziazione a marcatori: ripete un marker symbol lungo la lunghezza della linea.

    • Il :guilabel: Posizione simbolo può essere a distanza regolare o basata sulla geometria della linea: primo, ultimo o ogni vertice, sul punto centrale della linea o di ogni segmento, o su ogni punto della curva.

    • Offset lungo la linea: al posizionamento dei simboli può essere dato anche un offset dall’inizio, lungo la linea

    • L’opzione checkbox Ruota il marker per seguire la direzione della linea imposta se ogni simbolo di marcatore deve essere orientato relativamente alla direzione della linea o no.

      Poiché una linea è spesso una successione di segmenti aventi direzioni diverse, la rotazione del marcatore è calcolata facendo la media su una distanza specificata lungo la linea. Per esempio, impostando la proprietà Angolo medio sopra a 4mm significa che i due punti lungo la linea che sono 2mm prima e dopo il posizionamento del simbolo sono usati per calcolare l’angolo della linea per quel simbolo. Questo ha l’effetto di smussare (o rimuovere) qualsiasi piccola deviazione locale dalla direzione generale della linea, risultando in orientamenti visivi molto più piacevoli dei simboli delle linee di evidenziazione.

    • Offset linea: i simboli possono anche essere in offset rispetto alla linea.

  • Linea Hashed: ripete un segmento di linea (un hash) sulla lunghezza di un simbolo di linea, con un sotto-simbolo di linea usato per rappresentare ogni singolo segmento. In altre parole, una linea hashed è come una linea marker in cui i simboli marker sono sostituiti da segmenti. Come tale, le linee hashed hanno le same properties dei simboli delle linee di evidenziazione, insieme a:

    • Lunghezza cancelletto

    • Rotazione cancelletto

    ../../../_images/hashedLineSymbol.png

    Fig. 13.14 Esempi di linee hashed

Simboli di riempimento

Appropriati per le geometrie poligonali, i simboli di riempimento sono di diverse tipologie:

  • Riempimento semplice (predefinito): riempie un poligono con un colore uniforme

    ../../../_images/simpleFillSymbol.png

    Fig. 13.15 Creare un Simbolo Semplice di Riempimento

  • Riempimento con centroide: posiziona un simbolo marke symbol al centroide dell’elemento visibile. La posizione del marcatore potrebbe non essere il reale centroide dell’elemento, perché per la rappresentazione il calcolo si riferisce ai poligoni ritagliati nell’area visibile nella mappa e ignora i buchi. Usa il geometry generator symbol se vuoi il centroide esatto.

    Puoi:

    • Forza posizionamento dei simboli all’interno dei poligoni.

    • Disegna simboli su ogni parte di elementi parti multiple o posiziona il punto solo sulla sua parte più grande

    • visualizza il simbolo (o i simboli) del marcatore in tutto o in parte, mantenendo le parti che si sovrappongono alla geometria dell’elemento corrente (Ritaglia simboli sul bordo del poligono) o alla parte di geometria cui il simbolo appartiene (Ritaglia simboli solo al limite della parte corrente)

  • Generatore geometria (vedi Il Generatore Geometria)

  • Riempimento a gradiente: usa un gradiente radiale, lineare o conico, basato o su semplici gradienti a due colori o su una gradient color ramp per riempire i poligoni. Il gradiente può essere ruotato e applicato su un singolo elemento o sull’intera estensione della mappa. Anche i punti di inizio e fine possono essere impostati tramite coordinate o usando il centroide (dell’elemento o della mappa). Può essere definito un offset definito dai dati;

  • Riempimento a pattern lineare: riempie il poligono con un pattern di tratteggio di line symbol layer. Puoi impostare:

    • Rotazione delle linee, in senso antiorario

    • Spaziatura: distanza tra linee consecutive

    • Offset Distanza delle linee dal confine dell’elemento

  • Riempimento a pattern puntuale: riempie il poligono con un pattern reticolare di marker symbol. Puoi impostare:

    • Distanza: Orizzontale e Verticale: distanze tra simboli consecutivi.

    • Spostamento: un offset Orizzontale (risp. Verticale) di allineamento tra simboli consecutivi in una colonna (risp. in una riga)

    • Offset: Orizzontale e Verticale: distanze dal confine dell’elemento.

  • Riempimento simbolo casuale: riempie il poligono con un marker symbol posto in posizioni casuali all’interno del confine del poligono. Puoi impostare:

    • Metodo di conteggio: se il numero di simboli da visualizzare è considerato come un conteggio assoluto o basato sulla densità.

    • Conteggio punti: il numero di simboli da visualizzare,

    • un numero casuale opzionale seme, per fornire un posizionamento consistente

    • Area densità: in caso di metodo di conteggio basato sulla densità, assicura che la densità di riempimento dei simboli rimanga la stessa a diversi livelli di scala/zoom dei simboli ogni volta che le mappe vengono aggiornate (consente anche il posizionamento casuale per funzionare bene con il server QGIS e la visualizzazione basata su tasselli).

    • Ritaglia simboli sul bordo del poligono: se i simboli visualizzati vicino ai bordi dei poligoni devono essere ritagliati o meno sul bordo del poligono.

  • Riempimento raster: riempie il poligono con le tesselli di un’immagine raster (PNG JPG, BMP …). L’immagine può essere un file sul disco, un URL remoto o un file incorporato codificato come stringa (more details). Le opzioni includono l’opacità (definita dai dati), la larghezza dell’immagine, la modalità delle coordinate (oggetto o vista), la rotazione e l’offset. La larghezza dell’immagine può essere impostata utilizzando una qualsiasi delle common units o come percentuale della dimensione originale.

  • Riempimento SVG: riempie il poligono usando SVG markers di una data dimensione (Spessore tratteggio);

  • Riempimento sfumato: bufferizza un riempimento a gradiente, dove un gradiente è disegnato dal confine di un poligono verso il centro del poligono. I parametri configurabili includono la distanza dal confine all’ombra, l’uso di scale di colori o semplici gradienti di due colori, la sfocatura opzionale del riempimento e gli offset;

  • Cornice: Freccia: utilizza un vettore linea arrow symbol per rappresentare il confine del poligono. Le impostazioni per il contorno della freccia sono le stesse dei simboli linea freccia.

  • Cornice: Linea Hashed: utilizza un layer hash line symbol per rappresentare il confine del poligono (Anelli) che può essere costituito dai soli anelli interni, dai soli anelli esterni o da tutti gli anelli). Le altre impostazioni per il contorno linea hashed sono le stesse dei simboli linea hashed.

  • Cornice: Linea di evidenziazione: utilizza un layer marker line symbol 1 per rappresentare il confine del poligono (Anelli) che può essere costituito solo dagli anelli interni, solo da quelli esterni o da tutti gli anelli.) Le altre impostazioni per la linea di contorno sono le stesse dei simboli di linea.

  • Cornice: Linea semplice: utilizza un layer simple line symbol per rappresentare il confine del poligono (Anelli) che può essere costituito dai soli anelli interni, dai soli anelli esterni o da tutti gli anelli). L’opzione Disegna la linea solo all’interno del poligono visualizza i bordi del poligono all’interno del poligono e può essere utile per rappresentare chiaramente i confini del poligono adiacente. Le altre impostazioni per la linea semplice di contorno sono le stesse dei simboli di linea semplice.

Nota

Quando il tipo di geometria è poligonale, si può scegliere di disabilitare il ritaglio automatico delle linee/poligoni all’estensione dell’area di disegno. In alcuni casi questo ritaglio risulta in una simbologia sfavorevole (per esempio i riempimenti del centroide dove il centroide deve essere sempre il centroide dell’elemento reale).

SVG parametrizzabile

Puoi modificare i colori di un Simboli SVG. Devi aggiungere i segnaposto param(fill) per il colore di riempimento, param(outline) per il colore del tratto e param(outline-width) per la larghezza del tratto. Questi segnaposto possono essere facoltativamente seguiti da un valore predefinito, ad esempio:

<svg width="100%" height="100%">
<rect fill="param(fill) #ff0000" stroke="param(outline) #00ff00" stroke-width="param(outline-width) 10" width="100" height="100">
</rect>
</svg>

Più in generale, SVG può essere parametrizzato liberamente usando param(param_name). Questo parametro può essere usato come valore di un attributo o come testo di un nodo:

<g stroke-width=".265" text-anchor="middle" alignment-baseline="param(align)">
  <text x="98" y="147.5" font-size="6px">param(text1)</text>
  <text x="98" y="156.3" font-size="4.5px">param(text2)</text>
</g>

I parametri possono essere definiti come espressioni nella tabella Parametri dinamici SVG.

../../../_images/svg_parameters.png

Fig. 13.16 Tabella parametri SVG dinamici

Il Generatore Geometria

Disponibile con tutti i tipi di simboli, il livello di simbolo :guilabel: Generatore Geometria permette di usare expression syntax per generare una geometria al volo durante il processo di visualizzazione. La geometria risultante non deve necessariamente corrispondere a quella originale Tipo di geometria ed è possibile aggiungere più livelli di simboli modificati in modo diverso uno sopra l’altro.

È possibile impostare la proprietà Unità: quando il simbolo del generatore di geometria non è applicato a un layer (ad esempio, è usato su un elemento di layout), ciò consente un maggiore controllo sull’output generato.

Alcuni esempi:

-- render the centroid of a feature
centroid( $geometry )

-- visually overlap features within a 100 map units distance from a point
-- feature, i.e generate a 100m buffer around the point
buffer( $geometry, 100 )

-- Given polygon layer1( id1, layer2_id, ...) and layer2( id2, fieldn...)
-- render layer1 with a line joining centroids of both where layer2_id = id2
make_line( centroid( $geometry ),
           centroid( geometry( get_feature( 'layer2', 'id2', attribute(
               $currentfeature, 'layer2_id') ) )
         )

-- Create a nice radial effect of points surrounding the central feature
-- point when used as a MultiPoint geometry generator
collect_geometries(
  array_foreach(
    generate_series( 0, 330, 30 ),
      project( $geometry, .2, radians( @element ) )
  )
)

Il Simbolo di Campo Vettoriale

Il simbolo di campo vettoriale viene utilizzato per visualizzare dati puntuali a variabilità vettoriale come la deformazione della terra, le ampiezze di marea e simili. Visualizza gli indicatori con segmenti (preferibilmente frecce) che vengono ridimensionati e orientati in base agli attributi selezionati dei punti dati. Può essere utilizzato solo per la visualizzazione di dati puntuali; i layer lineari e poligonali non utilizzano questa simbologia.

Il campo vettoriale è definito da attributi nei dati, che possono rappresentare il campo sia tramite:

  • le componenti cartesiane (componenti x e y del campo)

  • o le coordinate polari: in questo caso, gli attributi definiscono la Lunghezza e l” Angolo. L’angolo può essere misurato in senso orario da nord, o in senso antiorario da est, e può essere in gradi o radianti.

  • o solo come dati di altezza, che visualizza una freccia verticale che viene dimensionata utilizzando un attributo dei dati. Ciò è appropriato ad esempio per visualizzare la componente verticale di una deformazione.

La grandezza del simbolo campo vettoriale può essere aumentata o diminuita per ottimizzare la visualizzazione nella rappresentazione.