16.2. Analisi raster

16.2.1. Calcolatore raster

Il Calcolatore Raster nel menu Raster ti permette di eseguire calcoli sulla base dei valori dei pixel raster esistenti (vedi Fig. 16.20). I risultati vengono scritti in un nuovo layer raster in un formato supportato da GDAL.

../../../_images/raster_calculator1.png

Fig. 16.20 Calcolatore raster

L’elenco Bande raster contiene tutti i layer raster caricati che possono essere utilizzati. Per aggiungere un raster al campo di espressione del calcolatore raster, fai doppio clic sul suo nome nell’elenco. Puoi quindi utilizzare gli operatori per costruire le espressioni di calcolo, oppure digitarle semplicemente nella finestra.

Nella sezione Layer del Risultato, devi indicare un layer in uscita. Puoi:

  • checkbox Crea un raster al volo invece di scrivere il layer su disco:

    • Se non selezionata, il risultato viene memorizzato sul disco come un nuovo file semplice. Sono richiesti un percorso Raster in uscita e un Formato in uscita.

    • Se selezionata, viene creato un layer raster virtuale, cioè un layer raster definito dal suo URI e i cui pixel sono calcolati al volo. Non si tratta di un nuovo file su disco; il layer virtuale è ancora collegato ai raster usati nel calcolo, il che significa che l’eliminazione o lo spostamento di questi raster lo distruggerebbe. Puoi fornire un Nome layer, altrimenti l’espressione di calcolo viene utilizzata come tale. Se rimuovi il layer virtuale dal progetto, lo elimini e puoi renderlo persistente nel file usando il menu contestuale del layer Esporta ► Salva come….

  • Definisci l’estensione Estensione Spaziale del calcolo in base all’estensione di un layer raster in ingresso o a coordinate X,Y personalizzate.

  • Imposta la Risoluzione del layer usando il numero di colonne e righe. Se il layer in ingresso ha una risoluzione diversa, i valori saranno ricampionati con l’algoritmo del vicino più prossimo.

  • Con la casella di controllo checkbox Aggiungi al progetto, il layer del risultato verrà automaticamente aggiunto all’area della legenda e potrà essere visualizzato. Selezionata per impostazione predefinita per i raster virtuali.

La sezione Operatori contiene tutti gli operatori disponibili. Per aggiungere un operatore alla casella di espressione del calcolatore raster, fai clic sul pulsante appropriato. Sono disponibili calcoli matematici (+, -, *, … ) e funzioni trigonometriche (sin, cos, tan, … ). Le espressioni condizionali (=, !=, <, >=, … ) restituiscono 0 per il falso o 1 per il vero e possono quindi essere utilizzate con altri operatori e funzioni.

Suggerimento

Vedi anche l’algoritmo Calcolatore Raster.

16.2.1.1. Esempi

Convertire unità di misura dell’elevazione da metri a piedi

Per creare un raster con altimetria in piedi a partire da un raster con altimetria in metri devi utilizzare il fattore di conversione di 3,28 piedi per metro. L’espressione è:

Utilizzare una maschera

Se vuoi usare una maschera su parti di un raster - perché, per esempio, sei interessato solo ai valori di altezza superiori allo 0 - puoi usare l’espressione seguente per creare in un solo passaggio una maschera e applicare il risultato al raster:

In altre parole, per ogni cella maggiore o uguale a 0 imposta il valore uguale a 1, in questo modo si mantiene il valore originario moltiplicandolo per 1. Altrimenti imposta 0, il che imposta il valore del raster a 0. In questo modo creerai la maschera al volo.

Classificare un Raster

Se vuoi classificare un raster, ad esempio, in due classi di elevazione, puoi utilizzare la seguente espressione per creare un raster con due valori 1 e 2 in un solo passo:

("[email protected]" < 50) * 1 + ("[email protected]" >= 50) * 2

In altre parole, per ogni cella minore di 50 imposta il valore su 1. Per ogni cella maggiore o uguale a 50 imposta il valore su 2.

Oppure puoi usare l’operatore IF.

if ( elevation@1 < 50 , 1 , 2 )

16.2.2. Allineamento Raster

Questo strumento è in grado di prendere diversi raster come input e di allinearli perfettamente, il che significa:

  • riproiettare allo stesso SR,

  • ricampionare alla stessa dimensione di cella e offset nella griglia,

  • ritagliare a una regione di interesse,

  • ridimensionare i valori quando necessario.

Tutti i raster saranno salvati in altri file.

Per prima cosa, apri gli strumenti da Raster ► Allinea Raster… e clicca sul pulsante symbologyAdd Aggiungi raster per scegliere un raster esistente in QGIS. Seleziona un file di output per salvare il raster dopo l’allineamento, il metodo di ricampionamento e se gli strumenti hanno bisogno di Riscala i valori in base alla dimensione della cella. Il metodo di ricampionamento può essere (vedi Fig. 16.21):

  • Vicino più prossimo (Nearest Neighbor)

  • Bilineare (2x2 kernel)

  • Cubica (4x4 kernel): Approssimazione Convoluzione Cubica

  • Cubica B-Spline (4x4 kernel): Approssimazione B-Spline Cubica

  • Lanczos (6x6 kernel): interpolazione limitata a bande di Lanczos

  • Media: calcola la media di tutti i pixel che non contengono NODATA

  • Moda: seleziona il valore che appare più spesso tra tutti i punti campionati

  • Massimo, Minimo, Mediana, Primo Quartile (Q1) o Terzo Quartile (Q3) di tutti i pixel diversi da NODATA

../../../_images/raster_align_edit.png

Fig. 16.21 Selezione Opzioni di ricampionamento raster

Nella finestra di dialogo principale Allinea raster, puoi scegliere symbologyEdit Modifica impostazioni file o symbologyRemove Rimuovi un file esistente dalla lista dei layer raster. Puoi anche scegliere una o più opzioni (vedi Fig. 16.22):

  • Seleziona Layer di riferimento,

  • Trasforma in un nuovo SR,

  • Settaggio ad una diversa Dimensione cella,

  • Settaggio ad un differente Offset reticolo,

  • Ritaglia all’estensione: può essere definito dall’utente, ritagliato a un layer o all’estensione della mappa

  • Dimensioni in uscita,

  • Aggiungi i raster allineati alla mappa.

../../../_images/raster_align.png

Fig. 16.22 Allineamento Raster