24.2.5. Proiezioni Raster

24.2.5.1. Assegnare una proiezione

Applica un sistema di coordinate a un dataset raster

Questo algoritm è derivato da GDAL edit utility.

Menu di default: Raster ► Proiezioni

24.2.5.1.1. Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT_LAYER

[raster]

Layer raster in input

SR desiderato

SR

[sr]

La proiezione (SR) del layer in uscita

24.2.5.1.2. In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer con proiezione

OUTPUT

[raster]

Il layer raster in uscita (con le nuove informazioni di proiezione)

24.2.5.1.3. Codice Python

Algorithm ID: gdal:assignprojection

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di Processing. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di processing dalla console Python.

24.2.5.2. Estrazione proiezione

Estrae la proiezione di un file raster e la scrive in un file world con estensione .wld.

Questo algoritmo è derivato dalla utility GDAL srsinfo.

Menu di default: Raster ► Proiezioni

24.2.5.2.1. Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

File in ingresso

INPUT_LAYER

[raster]

Raster in ingresso. Il layer raster deve essere basato su file, poiché l’algoritmo usa il percorso del file raster come posizione del file generato .wld. L’utilizzo di un layer raster non basato su file porterà ad un errore.

Creare anche .prj file

PRJ_FILE_CREATE

[booleano]

Predefinito: False

Se questo è attivato viene creato anche un file .prj contenente le informazioni di proiezione.

24.2.5.2.2. In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

World file

WORLD_FILE

[file]

File di testo con estensione .wld contenente i parametri di trasformazione per il file raster.

ESRI Shapefile prj file

PRJ_FILE

[file]

File di testo con estensione .prj che descrive il SR. Sarà Nessuno se :guilabel: Crea anche file .prj è False.

24.2.5.2.3. Codice Python

Algorithm ID: gdal:extractprojection

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di Processing. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di processing dalla console Python.

24.2.5.3. Trasformazione (riproiezione)

Riproietta uno layr raster in un altro Sistema di Riferimento delle coordinate (SR). La risoluzione del file in uscita e il metodo di ricampionamento possono essere scelti.

Questo algoritmo è derivato da GDAL warp utility.

Menu di default: Raster ► Proiezioni

24.2.5.3.1. Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[raster]

Layer raster in ingresso da riproiettare

SR di partenza

Opzionale

SOURCE_CRS

[sr]

Definisce il SR del layer raster in ingresso.

SR di destinazione

Opzionale

TARGET_CRS

[sr]

Predefinito: EPSG:4326

Il SR del layer raster in uscita

Metodo di ricampionamento da usare

RESAMPLING

[enumeration]

Predefinito: 0

Metodo di ricampionamento del valore dei pixel da usare. Opzioni:

  • 0 — Vicino più prossimo

  • 1 — Bilineare

  • 2 — Cubico

  • 3 — Spline cubica

  • 4 — Lanczos con finestra sinc

  • 5 — Media

  • 6 — Moda

  • 7 — Massimo

  • 8 — Minimo

  • 9 — Mediana

  • 10 — Primo quartile

  • 11 — Terzo quartile

Valore mancante per le bande in uscita

Opzionale

NODATA

[number]

Predefinito: None

Imposta il valore nodata per le bande in uscita. Se non fornito, i valori di nodata saranno copiati dal dataset di origine.

Risoluzione del file in uscita in base alle unità georeferenziate di destinazione

Opzionale

TARGET_RESOLUTION

[number]

Predefinito: None

Definisce la risoluzione del file in uscita del risultato della riproiezione

Opzioni addizionali di creazione

Opzionale

OPTIONS

[string]

Predefinito: “”

Per aggiungere una o più opzioni di creazione che controllano il raster da creare (colori, dimensione del blocco, compressione del file…). Per comodità, si può fare affidamento su profili predefiniti (vedi GDAL driver options section).

Tipo dati in uscita

DATA_TYPE

[enumeration]

Predefinito: 0

Definisce il formato del file raster in uscita.

Opzioni:

  • 0 — Usa il tipo di dati del layer in ingresso

  • 1 — Byte

  • 2 — Int16

  • 3 — UInt16

  • 4 — UInt32

  • 5 — Int32

  • 6 — Float32

  • 7 — Float64

  • 8 — CInt16

  • 9 — CInt32

  • 10 — CFloat32

  • 11 — CFloat64

Estensioni georeferenziate del file in uscita da creare

Opzionale

TARGET_EXTENT

[extent]

Imposta l’estensione georeferenziata del file in uscita da creare (nella SR di destinazione per impostazione predefinita. Nella SR dell’estensione raster di destinazione, se specificata).

SR dell’estensione raster di destinazione

Opzionale

TARGET_EXTENT_CRS

[sr]

Specifica il SR in cui interpretare le coordinate date per l’estensione del file in uscita. Questo non deve essere confuso con il SR di destinazione del set di dati in uscita. È invece una comodità, ad esempio quando si conoscono le coordinate di uscita in un SR geodetico long/lat, ma si desidera un risultato in un sistema di coordinate proiettato.

Usa l’implementazione warping multithreaded

MULTITHREADING

[booleano]

Predefinito: False

Due thread saranno utilizzati per elaborare pezzi dell’immagine ed eseguire operazioni di input/output simultaneamente. Si noti che il calcolo di per sé non è multithreaded.

Parametri addizionali della linea di comando

Opzionale

EXTRA

[string]

Predefinito: None

Aggiungere opzioni extra GDAL dalla linea di comando.

Riproiettato

OUTPUT

[raster]

Predefinito: “[Save to temporary file]”

Specifica del layer raster in uscita. Uno di:

  • Salva come File Temporaneo

  • Salva come File…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

24.2.5.3.2. In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Riproiettato

OUTPUT

[raster]

Predefinito: [Save to temporary file]

Layer raster in uscita riproiettato

24.2.5.3.3. Codice Python

ID Algoritmo: gdal:warpreproject

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di Processing. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di processing dalla console Python.