25.1.18. Geometria vettore

25.1.18.1. Aggiungi attributi della geometria

Calcola le proprietà geometriche degli elementi in un vettore e le include nel layer in uscita.

Si genera un nuovo vettore con gli stessi contenuti del livello in ingresso, ma con attributi aggiuntivi contenenti le misure geometriche basate sul SR selezionato.

Gli attributi aggiunti alla tabella dipendono dal tipo di geometria e dimensioni del vettore in ingresso:

  • per layer puntuali: coordinate X (xcoord), Y (ycoord), Z (zcoord) e/o valore M (mvalue)

  • per layer lineari: lunghezza e, per geometrie di tipo LineString e CompoundCurve, la sinuosità degli elementi e la distanza rettilinea (straightdis)

  • per layer poligonali: perimetro e area

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geometria

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Calcola usando

CALC_METHOD

[enumeration]

Predefinito: 0

Parametri di calcolo da usare per le proprietà geometriche. Uno tra:

  • 0 — SR del vettore

  • 1 — SR del Progetto

  • 2 — Ellissoidale

Informazioni geometriche aggiunte

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer vettoriale in uscita (copia di quello in ingresso con informazioni geometriche). Uno tra:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Informazioni geometriche aggiunte

OUTPUT

[same as input]

Copia del layer vettoriale in ingresso con l’aggiunta dei campi della geometria

Codice Python

ID Algoritmo: qgis:exportaddgeometrycolumns

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.2. Trasformazione affine

Applica una trasformazione affine alle geometrie del layer. Le trasformazioni affini possono includere traslazione, scalatura e rotazione. Le operazioni vengono eseguite nel seguente ordine: scala, rotazione e traslazione.

I valori Z e M (se presenti) possono essere traslati e scalati.

../../../../_images/affinetransform.png

Fig. 25.48 Layer vettoriale di punti (punti verdi) prima (a sinistra) e dopo (a destra) una trasformazione affine (traslazione).

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni

Vedi anche

Trasla

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Traslazione (asse x)

DELTA_X

[number dataDefine]

Predefinito: 0

Spostamento da applicare sull’asse X.

Traslazione (asse-y)

DELTA_Y

[number dataDefine]

Predefinito: 0

Spostamento da applicare sull’asse Y.

Traslazione (asse-z)

DELTA_Z

[number dataDefine]

Predefinito: 0

Spostamento da applicare sull’asse Z.

Traslazione (valori-m)

DELTA_M

[number dataDefine]

Predefinito: 0

Offset da applicare ai valori m.

Fattore di scala (asse-x)

SCALE_X

[number dataDefine]

Predefinito: 1

Valore di scala (espansione o contrazione) da applicare sull’asse X.

Fattore di scala (asse-y)

SCALE_Y

[number dataDefine]

Predefinito: 1

Valore di scala (espansione o contrazione) da applicare sull’asse Y.

Fattore di scala (asse-z)

SCALE_Z

[number dataDefine]

Predefinito: 1

Valore di scala (espansione o contrazione) da applicare sull’asse Z.

Fattore di scala (valore-m)

SCALE_M

[number dataDefine]

Predefinito: 1

Il valore della scala (espansione o contrazione) da applicare ai valori m.

Rotazione intorno all’asse z (gradi in senso antiorario)

ROTATION_Z

[number dataDefine]

Predefinito: 0

Angolo di rotazione in gradi.

Trasformato

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Trasformato

OUTPUT

[same as input]

Layer vettoriale in uscita (trasformato)

Codice Python

ID Algoritmo: native:affinetransform

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.3. Aggrega

Prende un vettore o una tabella e crea un nuovo livello aggregando gli elementi basati su un’espressione di tipo ID univoco

Gli elementi per cui l’espressione ID univoco restituisce lo stesso valore sono raggruppati insieme.

È possibile raggruppare insieme tutti gli elementi della risorsa usando un valore costante nel parametro ID univoco, ad esempio: NULL.

È anche possibile raggruppare elementi in base a multipli campi usando funzioni Array, ad esempio: Array(«Campo1», «Campo2»).

Le geometrie (se presenti) sono combinate in un’unica geometria multi parte per ogni gruppo. Gli attributi in uscita sono calcolati in base ad ogni definizione di raggruppamento data.

Questo algoritmo permette di utilizzare le funzioni predefinite aggregates del motore Espressioni di QGIS.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Raggruppa tramite un’espressione

GROUP_BY

[tablefield: any]

Predefinito: “NULL”

Scegli il campo di raggruppamento. Se NULL tutte gli elementi saranno aggregati.

Aggregati

AGGREGATES

[list]

Elenco delle definizioni dei campi del layer in uscita. Esempio di definizione campo:

{“aggregate”: “sum”, “delimiter”: “,”, “input”: “ $area”, “length”: 10, “name”: “totarea”, “precision”: 0, “type”: 6}

Per impostazione predefinita, la lista contiene tutti i campi del layer in ingresso. Nella GUI, puoi modificare questi campi e le loro definizioni, e puoi anche:

  • Fai clic sul pulsante newAttribute per aggiungere un nuovo campo.

  • Clicca su deleteAttribute per eliminare il campo selezionato.

  • Usa arrowUp e arrowDown per cambiare l’ordine dei campi.

  • Fai clic su clearText per ripristinare i valori predefiniti (i campi del layer in ingresso).

Per ognuno dei campi da cui vorresti recuperare informazioni, devi definire quanto segue:

Input expression [expression] (input)

Campo o espressione del vettore in ingresso.

Aggregate function [enumeration] (aggregate)

Function 1 da usare sull’espressione in ingresso per restituire il valore aggregato.

Predefinito: concatena (per stringhe), somma (per dati numerici)

Delimiter [string] (delimiter)

Stringa di testo per separare valori aggregati, per esempio nel caso di concatenazioni.

Predefinito: ,

Output field name [string] (name)

Nome dei campi aggregati nel vettore in uscita. Come opzione predefinita viene mantenuto il nome del campo in ingresso.

Type [enumeration] (type)

Tipo dati del campo in uscita. Uno di:

  • 1 — Booleano

  • 2 — Intero

  • 4 — Intero 64

  • 6 — Doppia precisione

  • 10 — Stringa

  • 14 — Data

  • 16 — DataOra

Length [number] (length)

Lunghezza del campo in uscita.

Precision [number] (precision)

Precisione del campo in uscita.

Caricare i campi dal layer

Solo GUI

[vector: any]

Puoi caricare campi da un altro layer e usarli per l’aggregazione

Aggregati

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer in uscita (aggregato) Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Aggregati

OUTPUT

[same as input]

Layer vettoriale multigeometria con i valori aggregati

Codice Python

ID Algoritmo: native:aggregate

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.4. Confine

Restituisce la chiusura del confine combinato della geometria (cioè il confine topologico della geometria)

Solo per i layer poligonali e lineari.

Per le geometrie poligonali , il confine è costituito da tutte le linee che compongono gli archi del poligono.

../../../../_images/boundary_polygon.png

Fig. 25.49 Confini (linea tratteggiata nera) del vettore poligonale di origine

Per le geometrie lineari, i confini sono i punti finali.

../../../../_images/boundary_lines.png

Fig. 25.50 Confine layer (punti rossi) per inee. In giallo un elemento selezionato.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso

Confine

OUTPUT

[vector: point, line]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer in uscita (confine). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Confine

OUTPUT

[vector: point, line]

Confini dal layer in ingresso (punto per linea, e linea per poligono)

Codice Python

ID Algoritmo: native:boundary

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.5. Perimetri di delimitazione

Questo algoritmo calcola il perimetro di delimitazione (inviluppo) per ciascun elemento in un vettore in ingresso. Sono supportati geometrie poligonali e lineari.

../../../../_images/bounding_box.png

Fig. 25.51 Le linee nere rappresentano i perimetri di delimitazione di ogni poligono dell’elemento

checkbox Permette features in-place modification degli elementi del poligono

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso

Perimetri

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer in uscita (perimetro di delimitazione). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Perimetri

OUTPUT

[vector: polygon]

Perimetro di delimitazione del layer in ingresso

Codice Python

ID Algoritmo: native:boundingboxes

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.6. Buffer

Calcola un’area di buffer per tutte gli elementi del vettore in ingresso, usando una distanza fissa.

È possibile usare una distanza negativa per i layer in ingresso dei poligoni. In questo caso il buffer risulterà in un poligono più piccolo (setback).

../../../../_images/buffer1.png

Fig. 25.52 Buffer (in giallo) di punti, linee e poligoni

checkbox Permette features in-place modification degli elementi del poligono

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geoprocessing

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Distanza

DISTANCE

[number dataDefine]

Predefinito: 10.0

Distanza del buffer (dal confine di ogni elemento). Puoi usare il pulsante Sovrascrittura definita dai dati sulla destra per scegliere un campo dal quale il raggio sarà calcolato. In questo modo puoi avere un raggio diverso per ogni elemento (vedi Variable distance buffer).

Segmenti

SEGMENTS

[number]

Predefinito: 5

Controlla il numero di segmenti di linea da usare per approssimare un quarto di cerchio quando si creano offset arrotondati.

Stile testata terminale

END_CAP_STYLE

[enumeration]

Predefinito: 0

Controlla come vengono gestiti i terminali di linea nel buffer. Uno di:

  • 0 — Arrotondato

  • 1 — Piatto

  • 2 — Quadrato

../../../../_images/buffer_cap_style.png

Fig. 25.53 Stile testata arrotondato, piatto e quadrato

Stile unione

JOIN_STYLE

[enumeration]

Predefinito: 0

Specifica se devono essere utilizzati stile di unione di tipo arrotondato, seghettato o smussato quando si esegue l’offset degli angoli in una linea. Le opzioni sono:

  • 0 — Arrotondato

  • 1 — Seghettato

  • 2 — Smussato

../../../../_images/buffer_join_style.png

Fig. 25.54 Stili di giunzione arrotondati, squadrati e smussati

Limite a taglio obliquo

MITER_LIMIT

[number]

Predefinito: 2.0

Controlla la distanza massima dalla curva di offset da usare quando si crea una giunzione obliqua (applicabile solo agli stili di giunzione con taglio obliquo). Minimo: 1.

Dissolvere il risultato

DISSOLVE

[boolean]

Predefinito: False

Dissolvere il buffer finale. Se True (controllato), i buffer sovrapposti saranno dissolti (combinati) in una nuovo elemento.

../../../../_images/buffer_dissolve1.png

Fig. 25.55 Buffer standard e dissolto

Bufferizzato

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer in uscita (buffer). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Bufferizzato

OUTPUT

[vector: polygon]

Vettore poligonale in uscita (buffer)

Codice Python

ID Algoritmo: native:buffer

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.7. Centroidi

Crea un nuovo layer di punti, con punti che rappresentano i centroidi delle geometrie del layer in ingresso.

Il centroide è un singolo punto che rappresenta il baricentro (di tutte le parti) dell” elemento, quindi può essere fuori dai confini dell’elemento. Ma può anche essere un punto su ogni parte dell” elemento.

Gli attributi dei punti nel layer in uscita sono gli stessi degli elementi originali.

../../../../_images/centroids1.png

Fig. 25.56 Le stelle rosse rappresentano i centroidi degli elementi del layer in ingresso.

checkbox Permette features in-place modification degli elementi punto

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geometria

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Crea il centroide per ogni parte

ALL_PARTS

[boolean dataDefine]

Predefinito: False

Se True (selezionato), verrà creato un centroide per ogni parte della geometria

Centroidi

OUTPUT

[vector: point]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer in uscita (centroide). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Centroidi

OUTPUT

[vector: point]

Risultato layer di punti (centroidi)

Codice Python

ID Algoritmo: native:centroids

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.8. Controllo validità

Esegue un controllo di validità delle geometrie del vettore.

Le geometrie sono classificate in tre gruppi (valido, non valido ed errore) e per ogni gruppo, viene generato uno layer vettoriale con i suoi elementi:

  • Il layer Risultato valido contiene solo gli elementi validi (senza errori topologici).

  • Il layer Risultato non valido contiene tutte gli elementi non validi trovati dall’algoritmo.

  • Il layer Risultato con errore è un layer puntuale che segnala il punto in cui sono state trovate gli elementi non validi.

Le tabelle degli attributi dei layer generati conterranno alcune informazioni aggiuntive («message» per il layer error, «FID» e «_errors» per il layer invalid e solo «FID» per il layer valid):

La tabella degli attributi di ogni layer vettoriale generato conterrà alcune informazioni aggiuntive (numero di errori trovati e tipi di errore):

../../../../_images/check_validity.png

Fig. 25.57 A sinistra: il layer in ingresso. A destra: il layer valido (verde), il layer non valido (arancione)

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geometria

Vedi anche

Ripara geometrie e il plugin di base Plugin Controllo Geometria

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT_LAYER

[vector: any]

Vettore in ingresso

Metodo

METHOD

[enumeration]

Predefinito: 2

Metodo da usare per verificare la validità. Opzioni:

  • 0: Quello selezionato nelle impostazioni di digitalizzazione

  • 1: QGIS

  • 2: GEOS

Ignora auto intersezione dell’anello

IGNORE_RING_SELF_INTERSECTION

[boolean]

Predefinito: False

Ignorare gli anelli che si auto intersecano quando viene controllata la validità.

Risultato valido

VALID_OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer vettoriale per salvare una copia degli elementi validi del layer di origine. Uno di:

  • Non dà risultato

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

Risultato non valido

INVALID_OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Layer vettoriale contenente la copia degli elementi non validi del layer di origine con il campo _errori che elenca il resoconto dell’errore(i) trovato. Uno di:

  • Non dà risultato

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

Errore in uscita

ERROR_OUTPUT

[vector: point]

Predefinito: [Create temporary layer]

Layer puntuale della posizione esatta dei problemi di validità rilevati con il campo messaggio che descrive l’errore(i) trovato. Uno di:

  • Non dà risultato

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Conteggio errori

ERROR_COUNT

[number]

Il numero di geometrie che hanno causato errori.

Errore in uscita

ERROR_OUTPUT

[vector: point]

Vettore puntuale dell’esatta posizione del problema di validità individuato con il campo message che descrive l’errore(i) trovato.

Conteggio di elementi non validi

INVALID_COUNT

[number]

Il numero di geometrie non valide.

Risultato non valido

INVALID_OUTPUT

[same as input]

Layer vettoriale contenente la copia degli elementi non validi del layer di origine con il campo _errori che elenca il riepilogo dell’errore(i) trovato.

Conteggio degli elementi validi

VALID_COUNT

[number]

Il numero di geometrie valide.

Risultato valido

VALID_OUTPUT

[same as input]

Layer vettoriale che contiene una copia degli elementi validi del layer di origine.

Codice Python

ID Algoritmo: qgis:checkvalidity

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

Tipi di messaggi di errore e loro significati

Tabella 25.1 Se viene utilizzato il metodo GEOS, possono verificarsi i seguenti messaggi di errore:

Messaggio di errore

Spiegazione

Esempio

Punto ripetuto

Questo errore si verifica quando un dato vertice viene ripetuto.

../../../../_images/geos_rep_point.png

Auto intersezione con anello

Questo errore si verifica quando una geometria tocca se stessa e genera un anello.

../../../../_images/geos_ring_inter.png

Auto intersezione

Questo errore si verifica quando una geometria tocca se stessa.

../../../../_images/geos_self_inter.png

Errore di validazione topologica

Il buco si trova all’esterno del confine

I buchi sono annidati

Internamente è scollegato

Confini annidati

Questo errore si verifica quando una geometria poligonale è sopra un’altra geometria poligonale.

../../../../_images/geos_nest_shell.png

Anelli duplicati

Questo errore si verifica quando due anelli (esterni o interni) di una geometria poligonale sono identici

../../../../_images/geos_dupl_rings.png

Troppi pochi punti nella geometria

Coordinata non valida

Per una geometria puntuale, questo errore si verifica quando la geometria non ha una coppia di coordinate adeguata. La coppia di coordinate non contiene un valore di latitudine e un valore di longitudine in ordine coerente.

Anello non chiuso

Tabella 25.2 Se viene utilizzato il metodo QGIS, possono verificarsi i seguenti messaggi di errore:

Messaggio di errore

Spiegazione

Esempio

Il segmento %1 dell’anello %2 del poligono %3 interseca il segmento %4 dell’anello %5 del poligono %6 in %7

Anello %1 con meno di quattro punti

Anello %1 non chiuso

Linea %1 con meno di due punti

La linea %1 contiene %n nodo(i) duplicato in %2

Questo errore si verifica quando punti consecutivi su una linea hanno le stesse coordinate.

../../../../_images/geos_rep_point.png

Segmenti %1 e %2 della linea %3 interseca in %4

Questo errore si verifica quando una linea si interseca (due segmenti della linea si intersecano tra loro).

../../../../_images/qgis_seg_line_int.png

Auto intersezione con anello

Questo errore si verifica quando un anello/confine esterno o interno (isola) di una geometria poligonale interseca se stesso.

../../../../_images/geos_ring_inter.png

L’anello %1 del poligono %2 non è nell’anello esterno

Il poligono %1 è all” interno del poligono %2

Questo errore si verifica quando una parte di una geometria MultiPoligono è dentro un buco di una geometria MultiPoligono.

../../../../_images/qgis_poliinside_.png

25.1.18.9. Raggruppa geometrie

Prende un layer vettoriale e riassembla le sue geometrie in nuove geometrie multiparte.

Uno o più attributi possono essere specificati per raggruppare le geometrie appartenenti alla stessa classe (che hanno lo stesso valore per gli attributi specificati), in alternativa possono essere riassemblate tutte le geometrie.

Tutte le geometrie in uscita saranno convertite in multi geometrie, anche quelle con una sola parte. Questo algoritmo non dissolve le geometrie sovrapposte - saranno riassemblate insieme senza modificare la forma di ogni parte della geometria.

Vedi gli algoritmi “Promote to multipart” o “Aggregate” per opzioni alternative.

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geometria

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Campi con ID univoco

FIELD

[tablefield: any] [list]

Scegli uno o più attributi per raggruppare le geometrie

Riassemblate

OUTPUT

[same as input]

Layer vettoriale con le geometrie riassemblate

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Riassemblate

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale in uscita per le geometrie riassemblate. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

Codice Python

ID Algoritmo: native:collect

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.10. Poligono concavo (forme alfa)

Calcolare il poligono concavo degli elementi in un layer di punti in ingresso.

../../../../_images/concave_hull_threshold.png

Fig. 25.58 Poligoni concavi con diverse soglie (0,3, 0,6, 0,9)

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer puntuale in ingresso

INPUT

[vector: point]

Layer vettoriale di punti in ingresso

Soglia

ALPHA

[number]

Predefinito: 0.3

Numero da 0 ( massimo involucro concavo) a 1 (involucro convesso).

Permettere buchi

HOLES

[boolean]

Predefinito: True

Scegliere se permettere buchi nel poligono concavo finale

Dividere geometria multiparte in geometrie a parti singole

NO_MULTIGEOMETRY

[boolean]

Predefinito: True

Verifica se vuoi avere geometrie a parti singole invece di quelle multi parte.

Poligono concavo

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Poligono concavo

OUTPUT

[vector: polygon]

Layer vettoriale in uscita

Codice Python

ID Algoritmo: qgis:concavehull

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.11. Poligono concavo (vicino più prossimo-k)

Genera un poligono concavo da un insieme di punti. Se il layer in ingresso è un vettore lineare o un vettore poligonale, userà i vertici.

Il numero di punti vicini da considerare determina la concavità del poligono di uscita. Un numero più basso risulterà in un guscio concavo che segue i punti molto da vicino, mentre un numero più alto avrà una forma più liscia. Il numero minimo di punti vicini da considerare è 3. Un valore uguale o superiore al numero di punti produrrà una poligono convesso.

Se viene selezionato un campo, l’algoritmo raggrupperà gli elementi nel layer in ingresso usando valori unici in quel campo e genererà poligoni singoli nel layer in uscita per ogni gruppo.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Numero di punti vicini da considerare (un numero più basso ha un effetto più concavo, un numero più alto ha un effetto più liscio)

KNEIGHBORS

[number]

Predefinito: 3

Determina la concavità del poligono di uscita. Un numero piccolo risulterà in un poligono concavo che segue molto da vicino i punti, mentre un numero alto farà sì che il poligono assomigli di più al poligono convesso (se il numero è uguale o maggiore del numero di elementi, il risultato sarà il poligono convesso). Valore minimo: 3.

Campo

Opzionale

FIELD

[tablefield: any]

Predefinito: None

Se specificato, viene generato un poligono concavo per ogni valore univoco del campo (selezionando gli elementi che utilizzano questo valore).

Poligono concavo

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Poligono concavo

OUTPUT

[vector: polygon]

Layer vettoriale in uscita

Codice Python

ID Algoritmo: qgis:knearestconcavehull

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.12. Converti tipo di geometria

Genera un nuovo layer basato su uno esistente, con un diverso tipo di geometria.

La tabella degli attributi del layer in uscita è la stessa di quella del layer in entrata.

Non tutte le conversioni sono possibili. Per esempio, un layer lineare può essere convertito in un layer di punti, ma un layer di punti non può essere convertito in un layer lineare.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Nuovo tipo di geometria

TYPE

[enumeration]

Predefinito: 0

Tipo di geometria da applicare agli elementi in uscita. Uno di:

  • 0 — Centroidi

  • 1 — Nodi

  • 2 — Linee

  • 3 — Multilinee

  • 4 — Poligoni

Convertito

OUTPUT

[vector: any]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Convertito

OUTPUT

[vector: any]

Layer vettoriale in uscita - il tipo dipende dai parametri

Codice Python

ID Algoritmo: qgis:convertgeometrytype

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.13. Converti in geometrie curvate

Converte una geometria nella sua corrispondente geometria curva.

Le geometrie già curve saranno mantenute senza modifiche.

checkbox Permette :ref:``features in-place modification <processing_inplace_edit>` di linee e poligoni

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line or polygon]

Vettore in ingresso

Tolleranza distanza massima

DISTANCE

[number]

Predefinito: 0.000001

La distanza massima consentita tra la posizione originale dei vertici e dove cadrebbero sulle geometrie curve convertite

Tolleranza angolo massimo

ANGLE

[number]

Predefinito: 0.000001

I segmenti sono considerati adatti alla sostituzione con un arco se i punti sono tutti regolarmente spaziati sull’arco potenziale. Questo parametro specifica la massima deviazione angolare (in gradi) consentita quando si verifica la spaziatura regolare dei punti. Tra 0 e 45°.

Curve

OUTPUT

[vector: compoundcurve or curvepolygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Curve

OUTPUT

[vector: compoundcurve or curvepolygon]

Layer vettoriale in uscita con geometrie curvilinee

Codice Python

ID Algoritmo: native:converttocurves

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.14. Poligono convesso

Calcola il poligono convesso per ogni elemento in un layer in ingresso.

Vedi l’algoritmo “Minimum bounding geometry” per un calcolo del poligono convesso che copre l’intero layer o sottoinsiemi raggruppati di elementi.

../../../../_images/convex_hull.png

Fig. 25.59 Le linee nere identificano il poligono convesso per ogni elemento del layer

checkbox Permette features in-place modification degli elementi del poligono

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geoprocessing

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Poligono convesso

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Poligono convesso

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale in uscita (poligono convesso)

Codice Python

ID Algoritmo: native:convexhull

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.15. Crea layer da estensione

Crea un nuovo layer vettoriale che contiene un singolo elemento con una geometria corrispondente all’estensione del layer in ingresso.

Può essere usato nei modelli per convertire un’estensione in formato letterale (xmin, xmax, ymin, ymax) in un layer che può essere usato per altri algoritmi che richiedono dati in ingresso basati sul layer.

Vedi anche

Crea layer da punti

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Estensione (xmin, xmax, ymin, ymax)

INPUT

[estensione]

Estensione in ingresso

I metodi disponibili sono:

  • Creare Layer Temporaneo

  • Salva su File…

  • Salva come Geopackage…

  • Salva su Tabella Database

Estensione

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Estensione

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale in uscita (estensione)

Codice Python

ID Algoritmo: native:extenttolayer

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.16. Crea layer da punti

Crea un nuovo layer vettoriale che contiene un singolo elemento con una geometria corrispondente ad un parametro punto. Può essere usato nei modelli per convertire un punto in un layer puntuale per algoritmi che richiedono un dato in ingresso basato su layer.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Punto

INPUT

[coordinates]

Punto in ingresso, incluse le informazioni SR (esempio: 397254,6214446 [EPSG:32632]).

Se il SR non viene fornito, verrà utilizzato il SR del progetto.

Il punto può essere specificato cliccando sull’area grafica della mappa.

Punto

OUTPUT

[vector: point]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Punto

OUTPUT

[vector: point]

Il layer vettoriale punto in uscita che contiene il punto in ingresso.

Codice Python

ID Algoritmo: native:pointtolayer

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.17. Crea buffer a spicchi

Crea buffer a forma di spicchio dai punti in ingresso.

../../../../_images/wedge_buffers.png

Fig. 25.60 Buffer a spicchio

Il risultato finale di questo algoritmo sono geometrie CurvePolygon, ma queste possono essere automaticamente segmentate in Poligoni a seconda del formato in uscita.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: point]

Layer vettoriale di punti in ingresso

Azimut (gradi da Nord)

AZIMUTH

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Angolo (in gradi) come valore medio dello spicchio

Larghezza dello spicchio (in gradi)

WIDTH

[number dataDefine]

Predefinito: 45.0

Larghezza (in gradi) del buffer. Lo spicchio si estenderà fino alla metà della larghezza angolare su entrambi i lati della direzione dell’azimut.

../../../../_images/wedge_buffers_azimuth_width.png

Fig. 25.61 Valori di azimut e larghezza del buffer a spicchio

Raggio esterno

OUTER_RADIUS

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

La dimensione esterna (lunghezza) dello spicchio: la dimensione è intesa dal punto di origine al margine della forma dello spicchio.

Raggio interno

Opzionale

INNER_RADIUS

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Valore del raggio interno. Se 0 lo spicchio inizierà dal punto di origine.

Buffer

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Buffer

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale in uscita (buffer a spicchio)

Codice Python

ID Algoritmo: native:wedgebuffers

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.18. Triangolazione di Delaunay

Crea un vettore poligonale con la triangolazione Delaunay in corrispondenza al layer punto in ingresso.

../../../../_images/delaunay.png

Fig. 25.62 Triangolazione di Delaunay su punti

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geometria

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: point]

Layer vettoriale di punti in ingresso

Triangolazione di Delaunay

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Triangolazione di Delaunay

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale in uscita (triangolazione Delaunay)

Codice Python

ID Algoritmo: qgis:delaunaytriangulation

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.19. Elimina buchi

Prende un vettore poligonale e rimuove i buchi nei poligoni. Crea un nuovo layer vettoriale in cui i poligoni con buchi sono stati sostituiti da poligoni con solo il loro anello esterno. Gli attributi non vengono modificati.

Un parametro opzionale di area minima permette di rimuovere solo i buchi che sono più piccoli di una soglia di area specificata. Lasciando questo parametro a 0.0 si ottiene la rimozione di tutti i buchi.

../../../../_images/delete_holes.png

Fig. 25.63 Prima e dopo la pulizia

checkbox Permette features in-place modification degli elementi del poligono

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: polygon]

Layer vettoriale poligonale in ingresso

Rimuovere i buchi con area inferiore a

Opzionale

MIN_AREA

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Solo i buchi con un’area inferiore a questa soglia saranno eliminati. Con un valore di 0.0, tutti i buchi saranno cancellati.

Pulito

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Pulito

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita (ripulito)

Codice Python

ID Algoritmo: native:deleteholes

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.20. Infittisci secondo un conteggio

Prende un layer poligonale o lineare e ne genera uno nuovo in cui le geometrie hanno un numero di vertici maggiore di quello originale.

Se le geometrie hanno valori Z o M presenti, questi saranno interpolati linearmente ai vertici aggiunti.

Il numero di nuovi vertici da aggiungere ad ogni segmento è specificato come parametro in ingresso.

../../../../_images/densify_geometry.png

Fig. 25.64 I punti rossi mostrano i vertici prima e dopo l’addensamento

checkbox Permette :ref:``features in-place modification <processing_inplace_edit>` di linee e poligoni

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geometria

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso

Vertici da aggiungere

VERTICES

[number]

Predefinito: 1

Numero di vertici da aggiungere per ogni segmento

Infittito

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Infittito

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita (infittito)

Codice Python

ID Algoritmo: native:densifygeometries

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.21. Infittisci secondo un intervallo

Prende un layer poligonale o lineare e ne genera uno nuovo in cui le geometrie hanno un numero di vertici maggiore di quello originale.

Le geometrie vengono infittite aggiungendo regolarmente dei vertici extra all’interno di ogni segmento in modo che la distanza massima tra due vertici qualsiasi non superi la distanza specificata.

Se le geometrie hanno valori Z o M presenti, questi saranno interpolati linearmente ai vertici aggiunti.

Esempio

Specificando una distanza di 3, il segmento [0 0] -> [10 0] verrebbe convertito in [0 0] -> [2.5 0] -> [5 0] -> [7.5 0] -> [10 0], poiché sono richiesti 3 vertici extra sul segmento e la spaziatura di questi a incrementi di 2.5 permette di distanziarli uniformemente sul segmento.

../../../../_images/densify_geometry_interval.png

Fig. 25.65 Infittisci secondo un intervallo

checkbox Permette :ref:``features in-place modification <processing_inplace_edit>` di linee e poligoni

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso

Intervallo tra i vertici da aggiungere

INTERVAL

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

Distanza massima tra due vertici consecutivi

Infittito

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Infittito

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita (infittito)

Codice Python

ID Algoritmo: native:densifygeometriesgivenaninterval

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.22. Dissolvi

Prende un layer vettoriale e combina i suoi elementi in nuovi elementi. Uno o più attributi possono essere specificati per dissolvere le caratteristiche appartenenti alla stessa classe (avendo lo stesso valore per gli attributi specificati), in alternativa tutte gli elementi possono essere dissolti in un singolo elemento.

Tutte le geometrie in uscita saranno convertite in multi geometrie. Nel caso in cui il layer in ingresso sia un layer poligonale, i confini comuni dei poligoni adiacenti che vengono dissolti verranno cancellati.

La tabella degli attributi risultante avrà gli stessi campi del layer in ingresso. I valori nei campi del layer in uscita sono quelli del primo elemento in ingresso che viene elaborato.

../../../../_images/dissolve.png

Fig. 25.66 Dissolvere il vettore poligonale su un attributo comune

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geoprocessing

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

**Dissolvere campo(i)

Opzionale

FIELD

[tablefield: any] [list]

Predefinito: []

Gli elementi che hanno lo stesso valore per i campi selezionati vengono sostituiti con uno solo e le loro geometrie vengono unite.

Se non viene fornito alcun campo, allora tutte gli elementi vengono dissolti, risultando in un unico elemento (multiparte).

Dissolto

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Dissolto

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita con le geometrie dissolte

Codice Python

ID Algoritmo: native:dissolve

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.23. Drappeggia (imposta il valore Z da raster)

Utilizza valori campionati da una banda all’interno di un layer raster per impostare il valore Z per ogni vertice sovrapposto nella geometria dell’elemento. I valori raster possono opzionalmente essere scalati di una quantità preimpostata.

Se i valori Z esistono già nel layer, saranno sovrascritti con il nuovo valore. Se non esistono valori Z, la geometria sarà aggiornata per includere la dimensione Z.

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni con Z abilitato

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Layer raster

RASTER

[raster]

Layer raster layer con valori Z

Numero banda

BAND

[raster band]

Predefinito: 1

La banda raster da cui prendere i valori Z

Valore per nodata o vertici non intersecanti

NODATA

[number dataDefine]

Predefinito: 0

Valore da usare nel caso in cui il vertice non intersechi (in un pixel valido) il raster

Fattore di scala

SCALE

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

Valore di scala: i valori della banda sono moltiplicati per questo valore.

Aggiornato

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer vettoriale in uscita (con i valori Z del layer raster). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Aggiornato

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita con i valori Z del layer raster

Codice Python

ID Algoritmo: native:setzfromraster

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.24. Elimina valori M/Z

Rimuove i valori M (misura) o Z (altitudine) dalle geometrie in ingresso.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Layer vettoriale in ingresso con valori M o Z

Eliminare valori M

DROP_M_VALUES

[boolean]

Predefinito: False

Rimuove i valori M dalle geometrie

Eliminare valori Z

DROP_Z_VALUES

[boolean]

Predefinito: False

Rimuove i valori Z dalle geometrie

Z/M Dropped

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Z/M Dropped

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita (identico al layer in ingresso, tranne per il fatto che le dimensioni M e/o Z sono state rimosse dalle geometrie).

Codice Python

ID Algoritmo: native:dropmzvalues

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.25. Elimina i poligoni selezionati

Combina i poligoni selezionati del layer in ingresso con alcuni poligoni adiacenti cancellando il loro confine comune. Il poligono adiacente può essere quello con l’area più grande o più piccola o quello che condivide il confine comune più grande con il poligono da eliminare.

Elimina i poligoni selezionati è normalmente usato per sbarazzarsi dei poligoni sliver, cioè dei piccoli poligoni che sono il risultato di processi di intersezione di poligoni dove i confini degli elementi in ingresso sono simili ma non identici.

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geoprocessing

Vedi anche

Ripara geometrie

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: polygon]

Layer vettoriale poligonale in ingresso

Fusione della selezione al poligono più vicino

MODE

[enumeration]

Predefinito: None

Scegli il parametro da utilizzare per ottenere eliminazioni tra i poligoni selezionati:

  • 0 — Area più grande

  • 1 — Area più piccola

  • 2 — Confine comune più grande

Eliminati

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Eliminati

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale poligonale in uscita.

Codice Python

ID Algoritmo: qgis:eliminateselectedpolygons

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.26. Esplodi linee

Prende un layer lineare e ne crea uno nuovo in cui ogni layer lineare è sostituito da un insieme di linee che rappresentano i segmenti della linea originale.

Ogni linea nel layer risultante contiene solo un punto iniziale e uno finale, senza vertici intermedi tra loro.

../../../../_images/explode_lines.png

Fig. 25.67 Il layer lineare originale e quello esploso

checkbox Permette features in-place modification di elementi linea

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Esploso

OUTPUT

[vector: line]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Esploso

OUTPUT

[vector: line]

Il layer vettoriale lineare in uscita con gli elementi che rappresentano ogni segmento del layer in ingresso.

Codice Python

ID Algoritmo: native:explodelines

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.27. Estendi linee

Prolunga la geometria lineare di una quantità specificata all’inizio e alla fine della linea.

Le linee sono prolungate usando il posizionamento del primo e dell’ultimo segmento della linea.

../../../../_images/extend_lines.png

Fig. 25.68 I trattini rossi rappresentano l’estensione iniziale e finale del layer originale

checkbox Permette features in-place modification di elementi linea

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Distanza iniziale

START_DISTANCE

[number dataDefine]

Distanza con cui prolungare il primo segmento della linea (punto di partenza)

Distanza finale

END_DISTANCE

[number dataDefine]

Distanza con cui prolungare l’ultimo segmento della linea (punto finale)

Prolungato

OUTPUT

[vector: line]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Prolungato

OUTPUT

[vector: line]

Il layer vettoriale lineare in uscita (prolungato).

Codice Python

ID Algoritmo: native:extendlines

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.28. Estrai i valori M

Estrae i valori M dalle geometrie negli attributi degli elementi.

Per impostazione predefinita viene estratto solo il valore M dal primo vertice di ogni elemento, tuttavia l’algoritmo può opzionalmente calcolare statistiche su tutti i valori M della geometria, compresi somma, media, minimo e massimo.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Dati di sintesi da calcolare

SUMMARIES

[enumeration]

Predefinito: [0]

Statistiche sui valori M di una geometria. Uno o più di:

  • 0 — Primo

  • 1 — Ultimo

  • 2 — Conteggio

  • 3 — Somma

  • 4 — Media

  • 5 — Mediana

  • 6 — Deviazione Standard (pop)

  • 7 — Miniimo

  • 8 — Massimo

  • 9 — Intervallo

  • 10 — Minoranza

  • 11 — Maggioranza

  • 12 — Categorie

  • 13 — Q1

  • 14 — Q3

  • 15 — IQR scarto interquartile

Prefisso colonna in uscita

COLUMN_PREFIX

[string]

Predefinito: “m_”

Il prefisso per la colonna (M) in uscita

Estratti

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Estratti

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita (con valori M)

Codice Python

ID Algoritmo: native:extractmvalues

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.29. Estrai vertici specifici

Prende un layer vettoriale e genera un layer punto con punti che rappresentano specifici vertici nelle geometrie in ingresso.

Per esempio, questo algoritmo può essere usato per estrarre il primo o l’ultimo vertice della geometria. Gli attributi associati ad ogni punto sono gli stessi associati all’elemento a cui il vertice appartiene.

Il parametro degli indici dei vertici accetta una stringa separata da virgole che specifica gli indici dei vertici da estrarre. Il primo vertice corrisponde a un indice 0, il secondo vertice ha un indice 1, ecc. Gli indici negativi possono essere utilizzati per trovare i vertici alla fine della geometria, ad esempio, un indice di -1 corrisponde all’ultimo vertice, -2 corrisponde al penultimo vertice, ecc.

Ai vertici vengono aggiunti campi aggiuntivi che indicano la posizione specifica del vertice (ad esempio, 0, -1, ecc.), l’indice del vertice originale, la parte del vertice e il suo indice all’interno della parte (così come il suo anello per i poligoni), la distanza lungo la geometria originale e l’angolo della bisettrice del vertice per la geometria originale.

checkbox Permette features in-place modification degli elementi punto

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Indici dei vertici

VERTICES

[string]

Predefinito: “0”

Stringa separata da virgole degli indici dei vertici da estrarre.

Vertici

OUTPUT

[vector: point]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Vertici

OUTPUT

[vector: point]

Il layer vettoriale in uscita (punto) contenente i vertici specificati dalle geometrie del layer in ingresso.

Codice Python

ID Algoritmo: native:extractspecificvertices

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.30. Estrai vertici

Prende un layer vettoriale e genera un layer punto con punti che rappresentano i vertici nelle geometrie in ingresso.

Gli attributi associati ad ogni punto sono gli stessi associati all’elemento a cui appartiene il vertice.

Ai vertici vengono aggiunti campi aggiuntivi che indicano l’indice del vertice (a partire da 0), la parte dell’elemento e il suo indice all’interno della parte (così come il suo anello per i poligoni), la distanza lungo la geometria originale e l’angolo della bisettrice del vertice per la geometria originale.

../../../../_images/extract_nodes.png

Fig. 25.69 Vertici estratti per il vettore lineare e poligonare

checkbox Permette features in-place modification degli elementi punto

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geometria

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Vertici

OUTPUT

[vector: point]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Vertici

OUTPUT

[vector: point]

Il layer vettoriale in uscita (punto) che contiene i vertici delle geometrie del layer in ingresso.

Codice Python

ID Algoritmo: native:extractvertices

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.31. Estrai i valori della Z

Estrae i valori Z dalle geometrie in attributi dell’elemento.

Per impostazione predefinita viene estratto solo il valore Z dal primo vertice di ogni elemento, tuttavia l’algoritmo può opzionalmente calcolare statistiche su tutti i valori Z della geometria, compresi somma, media, minimo e massimo.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Dati di sintesi da calcolare

SUMMARIES

[enumeration]

Predefinito: [0]

Statistiche sui valori Z di una geometria. Uno o più di:

  • 0 — Primo

  • 1 — Ultimo

  • 2 — Conteggio

  • 3 — Somma

  • 4 — Media

  • 5 — Mediana

  • 6 — Deviazione Standard (pop)

  • 7 — Miniimo

  • 8 — Massimo

  • 9 — Intervallo

  • 10 — Minoranza

  • 11 — Maggioranza

  • 12 — Categorie

  • 13 — Q1

  • 14 — Q3

  • 15 — IQR scarto interquartile

Prefisso colonna in uscita

COLUMN_PREFIX

[string]

Predefinito: “z_”

Il prefisso per la colonna in uscita (Z)

Estratti

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Estratti

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita (con valori Z)

Codice Python

ID Algoritmo: native:extractzvalues

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.32. Filtra vertici per il valore di M

Filtra i vertici in base al loro valore M, restituendo geometrie con solo punti di vertice che hanno un valore M maggiore o uguale al valore minimo specificato e/o minore o uguale al valore massimo.

Se il valore minimo non è specificato allora viene testato solo il valore massimo, e allo stesso modo se il valore massimo non è specificato allora viene testato solo il valore minimo.

../../../../_images/filter_zm.png

Fig. 25.70 La linea rossa mostra la linea nera con solo i vertici il cui valore M è <=10.

checkbox Permette features in-place modification di linee e poligoni con M abilitato

Nota

A seconda degli attributi della geometria in ingresso e dei filtri utilizzati, le geometrie risultanti generate da questo algoritmo potrebbero non essere più valide.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso da cui rimuovere i vertici

Minimo

Opzionale

MIN

[number dataDefine]

Predefinito: Not set

Minimo dei valori M ammessi

Massimo

Opzionale

MAX

[number dataDefine]

Predefinito: Not set

Massimo dei valori M ammessi

Filtrati

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Filtrati

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita di elementi con solo i vertici filtrati.

Codice Python

ID Algoritmo: native:filterverticesbym

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.33. Filtra vertici per il valore di Z

Filtra i vertici in base al loro valore Z, restituendo geometrie con solo i punti dei vertici che hanno un valore Z maggiore o uguale al valore minimo specificato e/o minore o uguale al valore massimo.

Se il valore minimo non è specificato allora viene testato solo il valore massimo, e allo stesso modo se il valore massimo non è specificato allora viene testato solo il valore minimo.

../../../../_images/filter_zm.png

Fig. 25.71 La linea rossa raffigura la linea nera con solo i vertici il cui valore Z è <=10.

checkbox Permette features in-place modification di linee e poligoni con Z abilitato

Nota

A seconda degli attributi della geometria in ingresso e dei filtri utilizzati, le geometrie risultanti create da questo algoritmo potrebbero non essere più valide. Potrebbe essere necessario eseguire l’algoritmo Ripara geometrie per assicurare la loro validità.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso da cui rimuovere i vertici

Minimo

Opzionale

MIN

[number dataDefine]

Predefinito: Not set

Minimo dei valori Z ammessi

Massimo

Opzionale

MAX

[number dataDefine]

Predefinito: Not set

Massimo dei valori Z ammessi

Filtrati

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Filtrati

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita di elementi con solo i vertici filtrati.

Codice Python

ID Algoritmo: native:filterverticesbyz

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.34. Ripara geometrie

Tenta di ricreare una rappresentazione valida di una data geometria non valida senza perdere nessuno dei vertici in ingresso. Le geometrie già valide vengono restituite senza ulteriori interventi. Restituisce sempre layer multi-geometria.

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni senza M abilitato

Nota

I valori M saranno eliminati dal risultato.

Vedi anche

Controllo validità

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Geometrie validate

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Geometrie validate

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita con geometrie validate.

Codice Python

ID Algoritmo: native:fixgeometries

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.35. Forza regola della mano destra

Costringe le geometrie dei poligoni a rispettare la Right-Hand-Rule, in cui l’area che è delimitata da un poligono è a destra del confine. In particolare, l’anello esterno è orientato in senso orario e qualsiasi anello interno in senso antiorario.

checkbox Permette features in-place modification degli elementi del poligono

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: polygon]

Vettore in ingresso

Riorentato

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Riorentato

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale in uscita con le geometrie riorientate.

Codice Python

ID Algoritmo: native:forcerhr

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.36. Linea geodetica suddivisa in antimeridiano

Suddivide una linea in più segmenti geodetici, ogni volta che la linea attraversa l’antimeridiano (±180 gradi di longitudine).

La suddivisione all’antimeridiano aiuta la visualizzazione delle linee in alcune proiezioni. La geometria restituita sarà sempre una geometria a parti multiple.

Ogni volta che i segmenti di linea nella geometria in ingresso attraversano l’antimeridiano, saranno divisi in due segmenti, con la latitudine del punto di rottura determinata utilizzando una linea geodetica che collega i punti su entrambi i lati di questo segmento. L’impostazione corrente dell’ellissoide del progetto sarà usata per calcolare questo punto di rottura.

Se la geometria di input contiene valori M o Z, questi saranno interpolati linearmente per i nuovi vertici creati all’antimeridiano.

checkbox Permette features in-place modification di elementi linea

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Suddiviso

OUTPUT

[vector: line]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale della linea in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Suddiviso

OUTPUT

[vector: line]

Il layer vettoriale della linea in uscita suddiviso sull’antimeridiano.

Codice Python

ID Algoritmo: native:antimeridiansplit

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.37. Geometria tramite espressione

Aggiorna le geometrie esistenti (o crea nuove geometrie) degli elementi in ingresso utilizzando un’espressione QGIS.

Questo permette complesse modifiche della geometria che possono utilizzare tutta la flessibilità del motore di espressione di QGIS per manipolare e creare geometrie per gli elementi in uscita.

Per un aiuto sulle funzioni di espressione di QGIS, vedi l’aiuto incorporato disponibile nel expression builder.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Tipo di geometria in uscita

OUTPUT_GEOMETRY

[enumeration]

Predefinito: 0

La geometria in uscita dipende fortemente dall’espressione: per esempio, se si crea un buffer il tipo di geometria deve essere poligono. Uno di:

  • 0 — Poligono

  • 1 — Linea

  • 2 — Punto

La geometria in uscita ha valori z

WITH_Z

[boolean]

Predefinito: False

Scegli se la geometria in uscita deve includere la dimensione Z

La geometria in uscita ha valori m

WITH_M

[boolean]

Predefinito: False

Scegli se la geometria in uscita deve includere la dimensione M

Espressione geometria

EXPRESSION

[expression]

Predefinito: “$geometry”

Aggiungi l’espressione geometria che vuoi usare. Puoi usare il pulsante per aprire la finestra di dialogo delle espressioni. La finestra di dialogo elenca tutte le espressioni pertinenti, insieme al loro aiuto e guida.

Geometria modificata

OUTPUT

[vector: any]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Geometria modificata

OUTPUT

[vector: any]

Layer vettoriale in uscita

Codice Python

ID Algoritmo: native:geometrybyexpression

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.38. Interpola punto sulla linea

Crea una geometria punto interpolata ad una distanza impostata lungo geometrie lineari o curve.

I valori Z e M sono interpolati linearmente sulla base dei valori esistenti.

Se si incontra una geometria multi parte, solo la prima parte viene considerata nel calcolo della sottostringa.

Se la distanza specificata è maggiore della lunghezza dell’elemento in ingresso, l’elemento risultante avrà una geometria nulla.

../../../../_images/interpolated_point.png

Fig. 25.72 Punto interpolato a 500m dall’inizio della linea

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso

Distanza

DISTANCE

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Distanza dall’inizio della linea

Punti di interpolazione

OUTPUT

[vector: point]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Punti di interpolazione

OUTPUT

[vector: point]

Il layer vettoriale punto in uscita con gli elementi ad una distanza impostata lungo la linea o il confine del poligono

Codice Python

ID Algoritmo: native:interpolatepoint

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.39. Mantieni le N parti più grandi

Prende un layer con poligoni o multipoligoni e restituisce un nuovo layer in cui vengono mantenuti solo gli n poligoni più grandi di ogni elemento multipoligono. Se una elemento ha n o meno parti, l’elemento sarà semplicemente copiato.

../../../../_images/n_biggest.png

Fig. 25.73 In senso orario da sinistra in alto: originale multi parte, una, due e tre parti più grandi conservate

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Poligoni

INPUT

[vector: polygon]

Layer vettoriale poligonale in ingresso

Parti da mantenere

PARTS

[number]

Predefinito: 1

Numero di parti da mantenere. Se 1, solo la parte più grande dell” elemento sarà conservata.

Parti

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale poligonale in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Parti

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale poligonale in uscita con le N parti più grandi di ogni elemento

Codice Python

ID Algoritmo: qgis:keepnbiggestparts

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.40. Sottostringa di Linea

Restituisce la porzione di una linea (o curva) che cade tra le distanze iniziale e finale specificate (misurate dall’inizio della linea).

I valori Z e M sono interpolati linearmente sulla base dei valori esistenti.

Se si incontra una geometria multi parte, solo la prima parte viene considerata nel calcolo della sottostringa.

../../../../_images/substring.png

Fig. 25.74 Linea sottostringa con distanza iniziale impostata a 0 metri e distanza finale a 250 metri.

checkbox Permette features in-place modification di elementi linea

Vedi anche

Estendi linee

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Distanza iniziale

START_DISTANCE

[number dataDefine]

Distanza lungo la linea in ingresso dal punto di partenza dell” elemento in uscita

Distanza finale

END_DISTANCE

[number dataDefine]

Distanza lungo la linea in ingresso al punto finale della linea in uscita

Substringa

OUTPUT

[vector: line]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale della linea in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Substringa

OUTPUT

[vector: line]

Il layer vettoriale lineare in uscita.

Codice Python

ID Algoritmo: native:linesubstring

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.41. Da linee a poligoni

Genera un vettore poligonale usando come anelli poligonali le linee di un vettore lineare in ingresso.

La tabella degli attributi del layer in uscita è la stessa di quella del layer in entrata.

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geometria

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Poligoni

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale poligonale in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Poligoni

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale poligonale in uscita.

Codice Python

ID Algoritmo: qgis:linestopolygons

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.42. Fondi linee (merge)

Unisce tutte le parti connesse delle geometrie MultiLineString in singole geometrie LineString.

Se alcune parti delle geometrie MultiLineString in ingresso non sono connesse, la geometria risultante sarà una MultiLineString contenente tutte le linee che potrebbero essere unite e tutte le parti di linea non connesse.

checkbox Permette features in-place modification di elementi linea

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Fusione

OUTPUT

[vector: line]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale della linea in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Fusione

OUTPUT

[vector: line]

Il layer vettoriale linea in uscita (fuso).

Codice Python

ID Algoritmo: native:mergelines

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.43. Geometria di delimitazione minima

Crea geometrie che racchiudono gli elementi di un layer in ingresso. Gli elementi possono essere raggruppati da un campo. Il layer in uscita conterrà quindi un elemento per valore di gruppo con una geometria (MBB) che copre le geometrie degli elementi con valore corrispondente.

Sono supportati i seguenti tipi di geometrie di delimitazione:

  • perimetro di delimitazione (inviluppo)

  • rettangolo orientato

  • cerchio

  • poligono convesso

../../../../_images/minimum_bounding.png

Fig. 25.75 In senso orario dall’alto a sinistra: inviluppo, rettangolo orientato, cerchio, poligono convesso

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Campo

Opzionale

FIELD

[tablefield: any]

Gli elementi possono essere raggruppati in base a un campo. Se impostato, questo fa sì che il layer in uscita contenga un elemento per ogni valore raggruppato con una geometria minima che copre solo gli elementi con valori corrispondenti.

Tipo di geometria

TYPE

[enumeration]

Predefinito: 0

Tipi di geometria di delimitazione. Uno di:

  • 0 — Inviluppo (Perimetro di delimitazione)

  • 1 — Rettangolo Minimo Orientato

  • 2 — Circonferenza minima circoscritta

  • 3 — Poligono Convesso

Geometria delimitante

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale poligonale in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Geometria delimitante

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale poligonale in uscita (di delimitazione).

Codice Python

ID Algoritmo: qgis:minimumboundinggeometry

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.44. Circonferenza circoscritta minima

Calcola i cerchi minimi che delimitano gli elementi nel layer in ingresso.

../../../../_images/minimum_enclosing_circles.png

Fig. 25.76 Circonferenza circoscritta per ogni elemento

checkbox Permette features in-place modification degli elementi del poligono

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Numero di segmenti nei cerchi

SEGMENTS

[number]

Predefinito: 72

Il numero di segmenti usati per approssimare un cerchio. Minimo 8, massimo 100000.

Circonferenza minima circoscritta

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale poligonale in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Circonferenza minima circoscritta

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale poligonale in uscita.

Codice Python

ID Algoritmo: native:minimumenclosingcircle

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.45. Buffer multi-anello (distanza costante)

Calcola il buffer multi-anello (donut) per gli elementi del layer in ingresso, utilizzando una distanza e un numero di anelli fissi o dinamici.

../../../../_images/multiringbuffer.png

Fig. 25.77 Buffer a più anelli per un layer linea, punto e poligono

checkbox Permette features in-place modification degli elementi del poligono

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Numero di anelli

RINGS

[number dataDefine]

Predefinito: 1

Il numero di anelli. Può essere un valore unico (stesso numero di anelli per tutte gli elementi) o può essere preso dai dati degli elementi (il numero di anelli dipende dai valori degli elementi).

Distanza tra gli anelli

DISTANCE

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

Distanza tra gli anelli. Può essere un valore unico (stessa distanza per tutti gli elementi) o può essere preso dai dati degli elementi (la distanza dipende dai valori degli elementi).

Buffer multi-anello (distanza costante)

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale poligonale in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Buffer multi-anello (distanza costante)

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale poligonale in uscita.

Codice Python

ID Algoritmo: native:multiringconstantbuffer

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.46. Da parti multiple a parti singole

Divide elementi multiparte nel layer in ingresso in elementi a parti singole.

Gli attributi del layer in uscita sono gli stessi di quelli originali, ma divisi in elementi singoli.

../../../../_images/multipart.png

Fig. 25.78 A sinistra il layer multiparte di origine e a destra il risultato in uscita a parte singola

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geometria

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Parti singole

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale poligonale in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Parti singole

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita.

Codice Python

ID Algoritmo: native:multiparttosingleparts

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.47. Linee di offset

Sposta le linee ad una distanza specificata. Le distanze positive spostano le linee a sinistra, mentre le distanze negative le spostano a destra.

../../../../_images/offset_lines.png

Fig. 25.79 In blu il layer di origine, in rosso quello di offset

checkbox Permette features in-place modification di elementi linea

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Distanza

DISTANCE

[number dataDefine]

Predefinito: 10.0

Distanza di offset. Puoi usare il pulsante Sovriscrittura definita dai dati sulla destra per scegliere un campo da cui verrà calcolato il raggio. In questo modo puoi avere un raggio diverso per ogni elemento (vedi Variable distance buffer).

Segmenti

SEGMENTS

[number]

Predefinito: 8

Controlla il numero di segmenti di linea da usare per approssimare un quarto di cerchio quando si creano offset arrotondati.

Stile unione

JOIN_STYLE

[enumeration]

Predefinito: 0

Specifica se devono essere utilizzati stile di unione di tipo arrotondato, seghettato o smussato quando si esegue l’offset degli angoli in una linea. Le opzioni sono:

  • 0 — Arrotondato

  • 1 — Seghettato

  • 2 — Smussato

../../../../_images/buffer_join_style.png

Fig. 25.80 Stili di giunzione arrotondati, squadrati e smussati

Limite a taglio obliquo

MITER_LIMIT

[number]

Predefinito: 2.0

Controlla la distanza massima dalla curva di offset da usare quando si crea una giunzione obliqua (applicabile solo agli stili di giunzione con taglio obliquo). Minimo: 1.

Offset

OUTPUT

[vector: line]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer in uscita (offset). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Offset

OUTPUT

[vector: line]

Vettore lineare in uscita (offset)

Codice Python

ID Algoritmo: native:offsetline

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.48. Perimetro di delimitazione minimo orientato

Calcola la superficie minima del rettangolo ruotato per ogni elemento nel layer in ingresso.

../../../../_images/oriented_minimum_bounding_box.png

Fig. 25.81 Perimetro di delimitazione minimo orientato

checkbox Permette features in-place modification degli elementi del poligono

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Perimetri di delimitazione

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale poligonale in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Perimetri di delimitazione

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale poligonale in uscita.

Codice Python

ID Algoritmo: native:orientedminimumboundingbox

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.49. Ortogonalizza

Tenta di ortogonalizzare le geometrie del layer linea o poligono in ingresso. Questo processo sposta i vertici delle geometrie per cercare di rendere ogni angolo della geometria un angolo retto o una linea retta.

../../../../_images/orthogonize.png

Fig. 25.82 In blu il layer di origine e in rosso il risultato ortogonalizzato

checkbox Permette :ref:``features in-place modification <processing_inplace_edit>` di linee e poligoni

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso

Tolleranza massima dell’angolo (gradi)

ANGLE_TOLERANCE

[number]

Predefinito: 15

Specifica la massima deviazione da un angolo retto o da una linea retta che un vertice può avere per essere aggiustato. Tolleranze più piccole significano che solo i vertici che sono già più vicini all’angolo retto saranno aggiustati, e tolleranze più grandi significano che anche i vertici che si discostano di più dall’angolo retto saranno aggiustati.

Numero massimo di iterazioni per l’algoritmo

MAX_ITERATIONS

[number]

Predefinito: 1000

Impostando un numero maggiore come numero massimo di iterazioni, si otterrà una geometria più ortogonale al costo di un tempo di processing maggiore.

Ortogonalizzato

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale poligonale in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Ortogonalizzato

OUTPUT

[same as input]

Il vettore poligono in uscita con angoli aggiustati.

Codice Python

ID Algoritmo: native:orthogonalize

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.50. Punto sulla superficie

Per ogni elemento del layer in ingresso, restituisce un punto che sicuramente giace sulla superficie della geometria dell’elemento.

checkbox Permette features in-place modification degli elementi punto

Vedi anche

Centroidi

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Creare un punto sulla superficie per ogni parte

ANGLE_TOLERANCE

[boolean dataDefine]

Se spuntato, verrà creato un punto per ogni parte della geometria.

Punto

OUTPUT

[vector: point]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale punto in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Punto

OUTPUT

[vector: point]

Il layer vettoriale punto in uscita.

Codice Python

ID Algoritmo: native:pointonsurface

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.51. Punti lungo la geometria

Crea punti a intervalli regolari lungo geometrie lineari o poligonali. I punti creati avranno nuovi attributi aggiunti per la distanza lungo la geometria e l’angolo della linea nel punto.

Può essere specificato un offset opzionale di inizio e fine, che controlla quanto lontano dall’inizio e dalla fine della geometria i punti dovrebbero essere creati.

../../../../_images/points_along_line.png

Fig. 25.83 Punti generati lungo il vettore lineare di origine

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso

Distanza

DISTANCE

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

Distanza tra due punti consecutivi lungo la linea

Inizio offset

START_OFFSET

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Distanza dall’inizio della linea in ingresso, che rappresenta la posizione del primo punto.

Fine offset

END_OFFSET

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Distanza dalla fine della linea in ingresso, che rappresenta la posizione oltre la quale non deve essere creata alcun punto.

Punti di interpolazione

OUTPUT

[vector: point]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Punti di interpolazione

OUTPUT

[vector: point]

Layer vettoriale punto con elementi posizionate lungo le linee o i confini dei poligoni del layer in ingresso.

Codice Python

!ID Algoritmo*: native:pointsalonglines

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.52. Spostamento punti

Data una distanza di prossimità, identifica gli elementi puntuali vicini e le distribuisce radialmente su un cerchio il cui centro rappresenta il loro baricentro. Un comodo strumento per sparpagliare gli elementi sovrapposti.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: point]

Layer vettoriale di punti in ingresso

Distanza minima da altri punti

PROXIMITY

[number]

Predefinito: 1.0

Distanza al di sotto della quale gli elementi punto sono considerati vicini. Gli elementi vicini sono distribuiti tutti insieme.

Distanza spostamento

DISTANCE

[number]

Predefinito: 1.0

Raggio del cerchio su cui sono posizionati gli elementi vicini

Distribuzione orizzontale per il caso di due punti

HORIZONTAL

[boolean]

Predefinito: False

Quando solo due punti sono identificati come vicini, li allinea orizzontalmente sul cerchio invece che verticalmente.

Spostato

OUTPUT

[vector: point]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Spostato

OUTPUT

[vector: point]

Layer vettoriale punto in uscita

Codice Python

ID Algoritmo: qgis:pointsdisplacement

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.53. Polo di inaccessibilità

Calcola il polo di inaccessibilità per un vettore poligonale, che è il punto interno più distante dal confine della superficie.

Questo algoritmo utilizza l’algoritmo “polylabel” (Vladimir Agafonkin, 2016), che è un approccio iterativo che garantisce di trovare il vero polo di inaccessibilità entro una tolleranza specificata. Una tolleranza più precisa (valore più basso) richiede più iterazioni e richiederà più tempo per il calcolo.

La distanza dal polo calcolato al confine del poligono sarà memorizzata come un nuovo attributo nel layer in uscita.

../../../../_images/pole_inaccessibility.png

Fig. 25.84 Polo di inaccessibilità

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: polygon]

Vettore in ingresso

Tolleranza

TOLERANCE

[number]

Predefinito: 1.0

Impostare la tolleranza per il calcolo

Punto

OUTPUT

[vector: point]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale poligonale in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Punto

OUTPUT

[vector: point]

Il layer vettoriale punto in uscita

Codice Python

ID Algoritmo: native:poleofinaccessibility

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.54. Poligonizza

Crea un vettore poligonale i cui confini degli elementi sono generati da un vettore lineare di elementi chiusi.

../../../../_images/polygonize.png

Fig. 25.85 I poligoni gialli generati dalle linee chiuse

Nota

Il vettore lineare deve avere forme chiuse per essere trasformato in un poligono.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Mantieni i campi dal layer in ingresso

Opzionale

KEEP_FIELDS

[boolean]

Predefinito: False

Controllo per mantenere i campi (solo la struttura della tabella, non i valori) del layer in ingresso.

Poligoni da linee

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale poligonale in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Poligoni da linee

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettore poligono da linee in uscita

Codice Python

ID Algoritmo: native:polygonize

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.55. Da poligoni a linee

Prende un vettore poligonale e crea un vettore lineare, con linee che rappresentano i confini dei poligoni nel layer in ingresso.

La tabella degli attributi del layer in uscita è la stessa di quella del layer in entrata.

../../../../_images/polygon_to_lines.png

Fig. 25.86 Linee nere come risultato dell’algoritmo

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geometria

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: polygon]

Layer vettoriale poligonale in ingresso

Linee

OUTPUT

[vector: line]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale della linea in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Linee

OUTPUT

[vector: line]

Il layer vettoriale linea da poligoni in uscita

Codice Python

ID Algoritmo: native:polygonstolines

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.56. Proietta punti (Cartesiano)

Proietta le geometrie punto da una distanza e un orientamento specificati (azimut).

checkbox Permette features in-place modification degli elementi punto

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: point]

Layer vettoriale di punti in ingresso

Cuscinetto (gradi da nord)

BEARING

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Angolo in senso orario partendo da Nord, in unita” di grado (°)

Distanza

DISTANCE

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

Distanza di offset dalle geometrie, in unità layer

Proiettare

OUTPUT

[vector: point]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale punto in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Proiettare

OUTPUT

[vector: point]

Il layer vettoriale punto in uscita (proiettato)

Codice Python

ID Algoritmo: native:projectpointcartesian

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.57. Trasforma in parti multiple

Prende un layer vettoriale con geometrie a parti singole e ne genera uno nuovo in cui tutte le geometrie sono multi parte.

Gli elementi in ingresso che sono già elementi multi parte rimarranno invariati.

Questo algoritmo può essere usato per forzare le geometrie a tipi multi parte per essere compatibili con i fornitori di dati che richiedono elementi multi parte.

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Multi parte

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer vettoriale multiparte in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Multi parte

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale multiparte in uscita

Codice Python

ID Algoritmo: native:promotetomulti

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.58. Rettangoli, ellissi, rombi

Crea un’area buffer a forma di rettangolo, ellisse o rombo per ogni elemento del layer punto in ingresso

I parametri di forma possono essere fissi per tutti gli elementi o dinamici usando un campo o un’espressione.

../../../../_images/rectangles_ovals_diamond_variable.png

Fig. 25.87 Diverse forme di buffer con parametri dinamici

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: point]

Layer vettoriale di punti in ingresso

Forma Buffer

SHAPE

[enumeration]

La forma da usare. Una di

  • 0 — Rettangoli

  • 1 — Ellissi

  • 2 — Rombi

Larghezza

WIDTH

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

Larghezza della forma del buffer

Altezza

HEIGHT

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

Altezza della forma del buffer

Rotazione

Opzionale

ROTATION

[number dataDefine]

Predefinito: None

Rotazione della forma del buffer

Numero di segmenti

SEGMENTS

[number]

Predefinito: 36

Numero di segmenti per un cerchio completo (forma Ellissi)

Output

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Output

OUTPUT

[vector: polygon]

Il layer vettoriale in uscita (con le forme del buffer)

Codice Python

ID Algoritmo: native:rectanglesovalsdiamonds

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.59. Rimuovi vertici duplicati

Rimuove i vertici duplicati dagli elementi, ovunque la rimozione dei vertici non dia luogo a una geometria incongrua.

Il parametro tolerance specifica la tolleranza per le coordinate quando si determina se i vertici sono da considerare identici.

Per impostazione predefinita, i valori Z non sono considerati quando si individuano i vertici duplicati. Ad esempio, due vertici con la stessa coordinata X e Y ma valori Z diversi saranno comunque considerati duplicati e uno verrà rimosso. Se il parametro Usa valore Z è true, allora anche i valori Z vengono testati e i vertici con la stessa X e Y ma Z diversi verranno mantenuti.

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni

Nota

I vertici duplicati non vengono testati tra le diverse parti di una geometria multi parte, ad esempio una geometria a più punti con punti sovrapposti non verrà modificata da questo metodo.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Tolleranza

TOLERANCE

[number dataDefine]

Predefinito: 0.000001

I vertici più vicini della distanza specificata sono considerati duplicati

Usa valore Z

USE_Z_VALUE

[boolean dataDefine]

Predefinito: False

Se il parametro Usa valore Z è vero, allora anche i valori Z sono testati e i vertici con la stessa X e Y ma Z diversi saranno mantenuti.

Pulito

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Pulito

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita (senza vertici duplicati)

Codice Python

ID Algoritmo: native:removeduplicatevertices

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.60. Rimuovi geometrie nulle

Rimuove tutti gli elementi che non hanno una geometria di layer vettoriale. Tutte gli altri elementi saranno copiati invariati.

Gli elementi con geometrie nulle possono essere salvati in un layer separato.

Se Rimuovere anche geometrie vuote è selezionato, l’algoritmo rimuove gli elementi le cui geometrie non hanno coordinate, cioè le geometrie che sono vuote. In tal caso, anche il risultato null rifletterà questa opzione, contenendo sia le geometrie nulle che quelle vuote.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Layer vettoriale in ingresso (con geometrie non NULL)

Rimuovi anche le geometrie vuote

REMOVE_EMPTY

[boolean]

Geometrie non nulle

OUTPUT

Opzionale

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer vettoriale in uscita per le geometrie non-NULL (e non-empty). Uno di:

  • Non dà risultato

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

Geometrie Null

Opzionale

NULL_OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Skip output]

Specificare il layer vettoriale in uscita per le geometrie NULL (e vuote). Uno di:

  • Non dà risultato

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Geometrie Null

NULL_OUTPUT

[same as input]

Layer vettoriale in uscita (per NULL e, se scelto, geometrie vuote)

Geometrie non nulle

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita (senza geometrie NULL e, se scelto, senza geometrie vuote)

Codice Python

ID Algoritmo: native:removenullgeometries

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.61. Inverti verso linea

Inverte la direzione di un vettore lineare.

../../../../_images/reverse_line.png

Fig. 25.88 Prima e dopo l’inversione di direzione

checkbox Permette features in-place modification di elementi linea

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Invertite

OUTPUT

[vector: line]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale della linea in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Invertite

OUTPUT

[vector: line]

Il layer vettoriale lineare in uscita (con linee invertite)

Codice Python

ID Algoritmo: native:reverselinedirection

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.62. Ruota

Ruota le geometrie dell’angolo specificato in senso orario. La rotazione avviene intorno al centroide di ogni elemento, o opzionalmente intorno ad un unico punto preimpostato.

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Rotazione (gradi in senso orario)

ANGLE

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Angolo di rotazione in gradi

Punto di ancoraggio della rotazione (x, y)

Opzionale

ANCHOR

[point]

Predefinito: None

Coordinate X,Y del punto attorno al quale ruotare gli elementi. Se non è impostato, la rotazione avviene intorno al centroide di ogni elemento.

Ruotato

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer vettoriale in uscita (con geometrie ruotate). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Ruotato

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita con geometrie ruotate

Codice Python

ID Algoritmo: native:rotatefeatures

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.63. Segmenta in base all’angolo massimo

Segmenta una geometria convertendo sezioni curve in sezioni lineari.

La segmentazione viene eseguita specificando il massimo angolo di curvatura consentito tra i vertici sulla geometria raddrizzata (ad esempio l’angolo dell’arco creato dal centro dell’arco originale ai vertici consecutivi in uscita sulla geometria linearizzata). Le geometrie non curve saranno mantenute senza modifiche.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso

Angolo massimo tra i vertici (gradi)

ANGLE

[number dataDefine]

Predefinito: 5.0

Massimo angolo di curvatura consentito tra i vertici della geometria raddrizzata

Segmentato

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer vettoriale in uscita (con geometrie segmentate). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Segmentato

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita con le geometrie segmentate

Codice Python

ID Algoritmo: native:segmentizebymaxangle

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.64. Segmenta in base alla distanza massima

Segmenta una geometria convertendo sezioni curve in sezioni lineari.

La segmentazione viene eseguita specificando la massima distanza di offset consentita tra la curva originale e la rappresentazione segmentata. Le geometrie non curve saranno mantenute senza modifiche.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso

Massima distanza di offset

DISTANCE

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

Massima distanza di offset consentita tra la curva originale e la rappresentazione segmentata, in unità layer.

Segmentato

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer vettoriale in uscita (con geometrie segmentate). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Segmentato

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita con le geometrie segmentate

Codice Python

ID Algoritmo: native:segmentizebymaxdistance

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.65. Imposta il valore M

Imposta il valore M per le geometrie in un layer.

Se i valori M esistono già nel layer, saranno sovrascritti con il nuovo valore. Se non esistono valori M, la geometria sarà aggiornata per includere valori M e il valore specificato sarà usato come valore M iniziale per tutte le geometrie.

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni con M abilitato

Suggerimento

Usa il pulsante identifyIdentifica elementi per controllare il valore M aggiunto: i risultati sono disponibili nella finestra di dialogo Identifica risultati.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Valore M

M_VALUE

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Valore M da assegnare agli elementi geometrici

Aggiunto M

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Aggiunto M

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita (con valori M assegnati alle geometrie)

Codice Python

*ID Algoritmo: native:setmvalue

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.66. Imposta valore M dal raster

Utilizza valori campionati da una banda all’interno di un layer raster per impostare il valore M per ogni vertice sovrapposto nella geometria dell” elemento. I valori raster possono opzionalmente essere scalati di una quantità preimpostata.

Se i valori M esistono già nel layer, saranno sovrascritti con il nuovo valore. Se non esistono valori M, la geometria sarà aggiornata per includere i valori M.

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni con M abilitato

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Layer raster

RASTER

[raster]

Layer raster con valori M

Numero banda

BAND

[raster band]

Predefinito: 1

La banda raster da cui sono presi i valori M

Valore per nodata o vertici non intersecanti

NODATA

[number dataDefine] Predefinito: 0.0

Valore da usare nel caso in cui il vertice non intersechi (in un pixel valido) il raster

Fattore di scala

SCALE

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

Valore di scala: i valori della banda sono moltiplicati per questo valore.

Aggiornato

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer vettoriale in uscita (con i valori M aggiunti). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Aggiornato

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita (con i valori M aggiornati)

Codice Python

ID Algoritmo: native:setmfromraster

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.67. Imposta il valore Z

Imposta il valore Z per le geometrie in un layer.

Se i valori Z esistono già nel layer, saranno sovrascritti con il nuovo valore. Se non esistono valori Z, la geometria sarà aggiornata per includere valori Z e il valore specificato sarà usato come valore Z iniziale per tutte le geometrie.

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni con Z abilitato

Suggerimento

Usa il pulsante identifyIdentifica elementi per controllare il valore Z aggiunto: i risultati sono disponibili nella finestra di dialogo Identifica risultati.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Valore Z

Z_VALUE

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Valore Z da assegnare agli elementi geometrici

**Aggiunto Z **

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

**Aggiunto Z **

OUTPUT

[same as input]

Il layer del vettore in uscita (con i valori Z assegnati)

Codice Python

ID Algoritmo: native:setzvalue

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.68. Semplifica

Semplifica le geometrie di un vettore lineare o poligonale. Crea un nuovo layer con gli stessi elementi del layer in ingresso, ma con geometrie contenenti un numero inferiore di vertici.

L’algoritmo dà una scelta di metodi di semplificazione, compresi quelli basati sulla distanza (l’algoritmo «Douglas-Peucker»), basati sull’area (algoritmo «Visvalingam») e l’aggancio delle geometrie al reticolo.

../../../../_images/simplify_geometries.png

Fig. 25.89 In senso orario dall’alto a sinistra: layer di origine e aumento delle tolleranze di semplificazione

checkbox Permette :ref:``features in-place modification <processing_inplace_edit>` di linee e poligoni

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geometria

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso

Metodo di semplificazione

METHOD

[enumeration]

Predefinito: 0

Metodo di semplificazione. Uno di:

  • 0 — Distanza (Douglas-Peucker)

  • 1 — Aggancio al reticolo

  • 2 — Area (Visvalingam)

Tolleranza

TOLERANCE

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

Soglia di tolleranza (in unità del layer): se la distanza tra due nodi è inferiore al valore di tolleranza, il segmento sarà semplificato e i vertici saranno rimossi.

Semplificato

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer vettoriale (semplificato) in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Semplificato

OUTPUT

[same as input]

Il layer vettoriale in uscita (semplificato)

Codice Python

ID Algoritmo: native:simplifygeometries

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.69. Buffer lato singolo

Calcola un buffer sulle linee per una distanza specificata su un solo lato della linea.

Il buffer genera sempre un vettore poligonale.

../../../../_images/single_side_buffer.png

Fig. 25.90 Buffer laterale sinistro rispetto a quello destro sullo stesso layer del vettore lineare

Vedi anche

Buffer

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Distanza

DISTANCE

[number]

Predefinito: 10.0

Distanza Buffer

Lato

SIDE

[enumeration]

Predefinito: 0

Su quale lato creare il buffer. Uno dei due:

  • 0 – Sinistra

  • 1 – Destra

Segmenti

SEGMENTS

[number]

Predefinito: 8

Controlla il numero di segmenti di linea da usare per approssimare un quarto di cerchio quando si creano offset arrotondati.

Stile unione

JOIN_STYLE

[enumeration]

Predefinito: 0

Specifica se devono essere utilizzati stile di unione di tipo arrotondato, seghettato o smussato quando si esegue l’offset degli angoli in una linea. Le opzioni sono:

  • 0 — Arrotondato

  • 1 — Seghettato

  • 2 — Smussato

../../../../_images/buffer_join_style.png

Fig. 25.91 Stili di giunzione arrotondati, squadrati e smussati

Limite a taglio obliquo

MITER_LIMIT

[number]

Predefinito: 2.0

Controlla la distanza massima dalla curva di offset da usare quando si crea una giunzione ad angolo (applicabile solo agli stili di giunzione ad angolo). Minimo: 1.0

Buffer

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer in uscita (buffer). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Buffer

OUTPUT

[vector: polygon]

Vettore poligonale in uscita (buffer)

Codice Python

ID Algoritmo: native:singlesidedbuffer

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.70. Lisciatura

Smussa le geometrie in un vettore lineare o poligonale aggiungendo più vertici e angoli agli elementi geometrici.

Il parametro iterations detta quante iterazioni di smussamento saranno applicate ad ogni geometria. Un numero maggiore di iterazioni produce geometrie più lisce al costo di un numero maggiore di nodi nelle geometrie.

../../../../_images/smooth_geometry_1.png

Fig. 25.92 L’aumento del numero di iterazioni causa geometrie più lisce

Il parametro offset controlla quanto «strettamente» le geometrie smussate seguono le geometrie originali. Valori più piccoli si traducono in un adattamento più stretto, e valori più grandi creeranno un adattamento meno stretto.

../../../../_images/smooth_geometry_2.png

Fig. 25.93 Blu: il layer in ingresso. L’offset 0,25 genera la linea rossa, mentre l’offset 0,50 genera la linea verde.

Il parametro dell’angolo massimo può essere usato per prevenire lo smussamento dei nodi con grandi angoli. Qualsiasi nodo dove l’angolo dei segmenti da entrambi i lati è più grande di questo non sarà smussato. Per esempio, impostando l’angolo massimo a 90 gradi o inferiore si preservano gli angoli retti nella geometria.

checkbox Permette :ref:``features in-place modification <processing_inplace_edit>` di linee e poligoni

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line, polygon]

Layer vettoriale di linee o poligoni in ingresso

Iterazioni

ITERATIONS

[number dataDefine]

Predefinito: 1

Aumentando il numero di iterazioni si ottengono geometrie più lisce (e più vertici).

Offset

OFFSET

[number dataDefine]

Predefinito: 0.25

Aumentando i valori si spostano le linee/confini smussati più lontano dalle linee/confini in ingresso.

Angolo massimo al nodo da smussare

MAX_ANGLE

[number dataDefine]

Predefinito: 180.0

Al di sotto di questo valore ogni nodo sarà smussato

Smussato

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer in uscita (smussato). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Smussato

OUTPUT

[same as input]

Layer vettoriale in uscita (smussato)

Codice Python

ID Algoritmo: native:smoothgeometry

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.71. Aggancia geometrie al vettore

Aggancia le geometrie in un vettore con quelle con quelle di un altro o con quelle all’interno dello stesso vettore.

La correzione è fatta sulla base di una distanza di tolleranza, e i vertici saranno inseriti o rimossi come richiesto per far sì che le geometrie corrispondano a quelle di riferimento.

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Layer di riferimento

REFERENCE_LAYER

[vector: any]

Layer vettoriale al quale agganciarsi

Tolleranza

TOLERANCE

[number]

Predefinito: 10.0

Controlla quanto i vertici in ingresso devono essere vicini alle geometrie del layer di riferimento prima di essere agganciati.

Comportamento

BEHAVIOR

[enumeration]

Predefinito: 0

L’aggancio può essere fatto su un nodo esistente o su un segmento (il suo punto più vicino al vertice da spostare). Opzioni di aggancio disponibili:

  • 0 — Preferenza per allineamento di nodi, inserisci vertici dove richiesti

    Preferire l’aggancio ai nodi, anche quando un segmento può essere più vicino di un nodo. Verranno inseriti nuovi nodi per far sì che le geometrie si susseguano esattamente quando sono all’interno della tolleranza consentita.

  • 1 — Preferisci punto più vicino, inserisci vertici addizionali dove richiesti

    Aggancia al punto più vicino, indipendentemente dal fatto che sia un nodo o un segmento. Verranno inseriti nuovi nodi per far sì che le geometrie si susseguano esattamente quando sono all’interno della tolleranza consentita.

  • 2 — Preferisci nodi allineati, non aggiungere nuovi vertici

    Preferire agganciare ai nodi, anche quando un segmento può essere più vicino di un nodo. Non verranno inseriti nuovi nodi.

  • 3 — Preferisci punto più vicino, non aggiungere nuovi vertici

    Aggancia al punto più vicino, indipendentemente dal fatto che sia un nodo o un segmento. Non verranno inseriti nuovi nodi.

  • 4 — Sposta solo i punti finali, preferisci allineare i nodi

    Aggancia solo i punti di inizio e fine delle linee (anche gli elementi punto saranno agganciate, gli elementi dei poligoni non saranno modificati), preferisce agganciare ai nodi.

  • 5 — Sposta solo i punti finali, preferisci il punto più vicino

    Aggancia solo i punti di inizio e fine delle linee (anche gli elementi punto saranno agganciati, gli elementi dei poligoni non saranno modificate), aggancia al punto più vicino

  • 6 — Aggancia i punti finali solo a punti finali

    Aggancia solo i punti di inizio e fine delle linee ad altri punti di inizio e fine delle linee

  • 7 — Aggancia ai nodi di ancoraggio (solo singolo vettore)

Geometria agganciata

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer in uscita (snapped). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Geometria agganciata

OUTPUT

[same as input]

Layer vettoriale in uscita (agganciato)

Codice Python

ID Algoritmo: native:snapgeometries

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.72. Aggancia punti al reticolo

Modifica le coordinate delle geometrie in un vettore, così che tutti i punti o vertici siano agganciati al più vicino punto di un reticolo.

Se una geometria agganciata non può essere calcolata (o è totalmente collassata) la geometria dell’elemento sarà eliminata.

L’aggancio può essere eseguito sugli assi X, Y, Z o M. Una spaziatura del reticolo di 0 per qualsiasi asse disabiliterà l’aggancio per quell’asse.

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni

Nota

Agganciare al reticolo può generare una geometria non valida in alcuni casi particolari.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Spaziatura X del reticolo

HSPACING

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

Spaziatura del reticolo sull’asse X

Spaziatura Y del reticolo

VSPACING

[number dataDefine]

Predefinito: 1.0

Spaziatura del reticolo sull’asse Y

Spaziatura Z del reticolo

ZSPACING

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Spaziatura del reticolo sull’asse Z

Spaziatura M del reticolo

MSPACING

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Spaziatura del reticolo sull’asse M

Agganciato

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer in uscita (snapped). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Agganciato

OUTPUT

[same as input]

Layer vettoriale in uscita (agganciato)

Codice Python

ID Algoritmo: native:snappointstogrid

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.73. Dividi linee secondo lunghezza massima

Prende un layer linea (o curva) e divide ogni elemento in più parti, dove ogni parte ha una lunghezza massima specificata. I valori Z e M all’inizio e alla fine delle nuove sottostringhe di linea sono interpolati linearmente dai valori esistenti.

checkbox Permette features in-place modification di elementi linea

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Il layer vettoriale della linea in ingresso

Lunghezza massima della linea

LENGTH

[number dataDefine]

Predefinito: 10.0

La lunghezza massima di una linea in uscita.

Suddiviso

OUTPUT

[vector: line]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale della linea in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Suddiviso

OUTPUT

[vector: line]

Il nuovo layer del vettore linea - la lunghezza degli elementi geometrici è inferiore o uguale alla lunghezza specificata nel parametro LENGTH.

Codice Python

ID Algoritmo: native:splitlinesbylength

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.74. Suddividi

Suddivide la geometria. La geometria restituita sarà una collezione contenente parti suddivise della geometria originale, dove nessuna parte ha più del numero massimo di nodi specificato.

Questo è utile per dividere una geometria complessa in parti meno complesse, più facile da indicizzare spazialmente e più veloce per eseguire operazioni spaziali. Le geometrie curve saranno segmentate prima della suddivisione.

../../../../_images/subdivide.png

Fig. 25.94 A sinistra il layer in ingresso, il valore massimo dei nodi al centro è 100 e il valore massimo a destra è 200

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni

Nota

La suddivisione di una geometria può generare parti di geometria che possono non essere valide e possono contenere autointersecazioni.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Il layer vettore in ingresso

Massimo numero di nodi nelle parti

MAX_NODES

[number dataDefine]

Predefinito: 256

Numero massimo di vertici che ogni nuova parte della geometria può avere. Meno sub-parts per valori più alti.

Suddiviso

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer vettoriale in uscita (suddiviso). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Suddiviso

OUTPUT

[same as input]

Layer vettore in uscita

Codice Python

ID Algoritmo: native:subdivide

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.75. Scambia le coordinate X e Y

Cambia i valori della coordinata X e Y nelle geometrie in ingresso.

Può essere usato per correggere le geometrie che hanno accidentalmente i loro valori di latitudine e longitudine invertiti.

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni

Vedi anche

Trasla, Ruota

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Il layer vettore in ingresso

Scambiato

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Scambiato

OUTPUT

[same as input]

Layer vettoriale in uscita (scambiato)

Codice Python

ID Algoritmo: native:swapxy

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.76. Buffer arrotondati

Crea un buffer arrotondato lungo le geometrie lineari, utilizzando uno specificato diametro iniziale e finale per il buffer.

../../../../_images/tapered_buffer.png

Fig. 25.95 Esempio di buffer arrotondato

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Larghezza iniziale

START_WIDTH

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Rappresenta il raggio del buffer applicato al punto iniziale dell’elemento lineare.

Larghezza finale

END_WIDTH

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Rappresenta il raggio del buffer applicato al punto finale dell’elemento lineare.

Segmenti

SEGMENTS

[number dataDefine]

Predefinito: 16

Controlla il numero di segmenti di linea da usare per approssimare un quarto di cerchio quando si creano offset arrotondati.

Bufferizzato

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer in uscita (buffer). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Bufferizzato

OUTPUT

[vector: polygon]

Vettore poligonale in uscita (buffer)

Codice Python

ID Algoritmo: native:taperedbuffer

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.77. Mosaicatura

Tassella un vettore poligonale, dividendo le geometrie in triangoli.

Il risultato consiste in geometrie multipoligonali per ogni elemento in ingresso, con ogni multi poligono costituito da poligoni triangolari.

../../../../_images/tessellated.png

Fig. 25.96 Poligono tassellato (destra)

checkbox Permette features in-place modification degli elementi del poligono

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: polygon]

Layer vettoriale poligonale in ingresso

Tassellato

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il layer in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Tassellato

OUTPUT

[vector: polygon]

Layer multipoligonoZ in uscita

Codice Python

ID Algoritmo: 3d:tessellate

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.78. Transetto

Crea transetti sui vertici per (multi)linee.

Un transetto è una linea orientata da un angolo (predefinito: perpendicolare) ad una polilinea in ingresso (ai vertici).

Il campo(i) dell’elemento(i) sono restituiti nel transetto con questi nuovi campi:

  • TR_FID: ID dell’elemento originale

  • TR_ID: ID del transetto. Ogni transetto ha un ID univoco

  • TR_SEGMENT: ID del segmento della linea

  • TR_ANGLE: Angolo in gradi dalla linea originale al vertice

  • TR_LENGTH: Lunghezza totale del transetto

  • TR_ORIENT: Lato del transetto (solamente a sinistra o a destra della linea, o entrambi i lati)

../../../../_images/transect.png

Fig. 25.97 La linea rossa tratteggiata rappresenta il transetto del vettore lineare in ingresso.

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Lunghezza del transetto

LENGTH

[number dataDefine]

Predefinito: 5.0

Lunghezza in unità di mappa del transetto

Angolo in gradi dalla linea originale ai vertici

ANGLE

[number dataDefine]

Predefinito: 90.0

Cambiare l’angolo del transetto

Lato per creare il transetto

SIDE

[enumeration]

Scegli il lato del transetto. Le opzioni disponibili sono:

  • 0 — Sinistro

  • 1 — Destro

  • 2 — Entrambi

Transetto

OUTPUT

[vector: line]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specifica il vettore lineare in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Transetto

OUTPUT

[vector: line]

Vettore lineare in uscita

Codice Python

ID Algoritmo: native:transect

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.79. Trasla

Sposta le geometrie di un layer, con uno spostamento di offset X e Y prestabilito.

Anche i valori Z e M presenti nella geometria possono essere traslati.

../../../../_images/translate_geometry.png

Fig. 25.98 Le linee tratteggiate rappresentano la geometria traslata del layer in ingresso

checkbox Permette features in-place modification di punti, linee e poligoni

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: any]

Vettore in ingresso

Distanza di offset (asse-x)

DELTA_X

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Spostamento da applicare sull’asse X

Distanza di offset (asse-y)

DELTA_Y

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Spostamento da applicare sull’asse Y

Distanza di offset (asse-z)

DELTA_Z

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Spostamento da applicare sull’asse Z

Distanza di Offset (valori m)

DELTA_M

[number dataDefine]

Predefinito: 0.0

Spostamento da applicare sull’asse M

Traslato

OUTPUT

[same as input]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il vettore in uscita. Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Traslato

OUTPUT

[same as input]

Layer vettore in uscita

Codice Python

ID Algoritmo: native:translategeometry

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.80. Buffer larghezza variabile (valore M)

Crea buffer di larghezza variabile lungo le linee, usando il valore M delle geometrie delle linee come diametro del buffer ad ogni vertice.

../../../../_images/variable_buffer_m.png

Fig. 25.99 Esempio buffer variabile

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: line]

Layer vettoriale lineare in ingresso

Segmenti

SEGMENTS

[number dataDefine]

Predefinito: 16

Numero dei segmenti buffer per quarto di cerchio. Può essere un valore unico (stesso valore per tutte gli elementi), o può essere preso dai dati degli elementi (il valore può dipendere dagli attributi degli elementi).

Bufferizzato

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer in uscita (buffer). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

  • Aggiungi a Layer…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Bufferizzato

OUTPUT

[vector: polygon]

Buffer vettore poligonale variabile

Codice Python

ID Algoritmo: native:bufferbym

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.

25.1.18.81. Poligoni di Voronoi

Prende un layer punto e genera un vettore poligonale contenente i poligoni di Voronoi (conosciuti anche come poligoni di Thiessen) corrispondenti a quei punti in ingresso.

Ogni posizione all’interno di un poligono di Voronoi è più vicino al punto associato che a qualsiasi altro punto.

../../../../_images/voronoi1.png

Fig. 25.100 Poligoni di Voronoi

Menu predefinito: Vettore ► Strumenti di Geometria

Parametri

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Layer in ingresso

INPUT

[vector: point]

Layer vettoriale di punti in ingresso

Regione buffer (% dell’estensione)

BUFFER

[number]

Predefinito: 0.0

L’estensione del layer in uscita sarà così tanto più grande dell’estensione del layer in ingresso

Poligoni di Voronoi

OUTPUT

[vector: polygon]

Predefinito: [Create temporary layer]

Specificare il layer in uscita (con i poligoni di Voronoi). Uno di:

  • Crea Layer Temporaneo (TEMPORARY_OUTPUT)

  • Salva su File…

  • Salva su Geopackage…

  • Salva su Tabella Database…

La codifica del file può anche essere cambiata qui.

In uscita:

Etichetta

Nome

Tipo

Descrizione

Poligoni di Voronoi

OUTPUT

[vector: polygon]

Poligoni di Voronoi del layer vettoriale puntuale in ingresso

Codice Python

ID Algoritmo: qgis:voronoipolygons

import processing
processing.run("algorithm_id", {parameter_dictionary})

L” id algoritmo viene visualizzato quando si passa il mouse sull’algoritmo nella finestra degli strumenti di elaborazione. Il dizionario dei parametri fornisce i Nomi e i valori dei parametri. Vedi Usare gli algoritmi di Processing dalla console dei comandi per dettagli su come eseguire algoritmi di elaborazione dalla console Python.