Outdated version of the documentation. Find the latest one here.

QGIS as OGC Data Client

L’Open Geospatial Consortium (OGC), è un’organizzazione internazionale che raggruppa più di 300 organizzazioni commerciali, governative, no-profit ed enti di ricerca. I suoi membri sviluppano e implementano standard per contenuti e servizi geospaziali, analisi GIS e scambio dati.

OGC ha elaborato un numero crescente di specifiche per la descrizione di un modello dati di base per elementi geografici: le specifiche sono orientate a garantire l’interoperabilità nell’ambito della tecnologia geospaziale. Ulteriori informazioni all’indirizzo http://www.opengeospatial.org/.

Important OGC specifications supported by QGIS are:

OGC services are increasingly being used to exchange geospatial data between different GIS implementations and data stores. QGIS can deal with the above specifications as a client, being SFS (through support of the PostgreSQL / PostGIS data provider, see section Vettori PostGIS).

Client WMS/WMTS

Panoramica sul servizio WMS

QGIS currently can act as a WMS client that understands WMS 1.1, 1.1.1 and 1.3 servers. In particular, it has been tested against publicly accessible servers such as DEMIS.

A WMS server acts upon requests by the client (e.g., QGIS) for a raster map with a given extent, set of layers, symbolization style, and transparency. The WMS server then consults its local data sources, rasterizes the map, and sends it back to the client in a raster format. For QGIS, this format would typically be JPEG or PNG.

WMS is generically a REST (Representational State Transfer) service rather than a full-blown Web service. As such, you can actually take the URLs generated by QGIS and use them in a web browser to retrieve the same images that QGIS uses internally. This can be useful for troubleshooting, as there are several brands of WMS server on the market and they all have their own interpretation of the WMS standard.

I layer WMS possono essere aggiunti molto semplicemente, una volta disponibile l’indirizzo (URL) per accedere al server WMS, una connessione adatta e posto che il server usi HTTP come meccanismo di trasferimento dati.

Additionally, QGIS will cache your WMS responses (i.e. images) for 24h as long as the GetCapabilities request is not triggered. The GetCapabilities request is triggered everytime the [Connect] button in the [Add layer(s) from WMS(T)S Server] dialog is used to retrieve the WMS server capabilities. This is an automatic feature meant to optimize project loading time. If a project is saved with a WMS layer, the corresponding WMS tiles will be loaded from the cache the next time the project is opened as long as they are no older than 24H.

Panoramica sul servizio WMTS

QGIS can also act as a WMTS client. WMTS is an OGC standard for distributing tile sets of geospatial data. This is a faster and more efficient way of distributing data than WMS because with WMTS, the tile sets are pre-generated, and the client only requests the transmission of the tiles, not their production. A WMS request typically involves both the generation and transmission of the data. A well-known example of a non-OGC standard for viewing tiled geospatial data is Google Maps.

Per visualizzare i dati a diverse scale, l’insieme delle mattonelle WMTS vengono prodotte con scale molto differenti fra loro in modo che per il client GIS sia più facile effettuare la richiesta.

Questo diagramma mostra il concetto delle mattonelle:

Figure WMTS 1:

../../../_images/concept_wmts.png

Concetto dell’insieme delle mattonelle WMTS

The two types of WMTS interfaces that QGIS supports are via Key-Value-Pairs (KVP) and RESTful. These two interfaces are different, and you need to specify them to QGIS differently.

  1. In order to access a WMTS KVP service, a QGIS user must open the WMS/WMTS interface and add the following string to the URL of the WMTS tile service:

    "?SERVICE=WMTS&REQUEST=GetCapabilities"
    

    Un esempio di questo tipo di indirizzo è:

    http://opencache.statkart.no/gatekeeper/gk/gk.open_wmts?\
      service=WMTS&request=GetCapabilities

    Per vedere se il layer topo2 funziona correttamente in questo WMTS, aggiungi la stringa indicata che il servizio WMTS deve usare al posto del servizio WMS.

  2. Il servizio RESTful WMTS segue un modulo diverso, ovvero un URL diretto. Il formato raccomandato da OGC è:

    {WMTSBaseURL}/1.0.0/WMTSCapabilities.xml

    This format helps you to recognize that it is a RESTful address. A RESTful WMTS is accessed in QGIS by simply adding its address in the WMS setup in the URL field of the form. An example of this type of address for the case of an Austrian basemap is http://maps.wien.gv.at/basemap/1.0.0/WMTSCapabilities.xml.

Nota

You can still find some old services called WMS-C. These services are quite similar to WMTS (i.e., same purpose but working a little bit differently). You can manage them the same as you do WMTS services. Just add ?tiled=true at the end of the url. See http://wiki.osgeo.org/wiki/Tile_Map_Service_Specification for more information about this specification.

Quando leggi WMTS, puoi anche pensare a WMS-C.

Selezionare server WMS/WMTS

The first time you use the WMS feature in QGIS, there are no servers defined.

Begin by clicking the wms Add WMS layer button on the toolbar, or selecting Layer ‣ Add WMS Layer....

Si aprirà la finestra di dialogo: Aggiungi Layer da server. Puoi aggiungere alcuni server cliccando sul pulsante [Aggiungi server predefiniti]. Verranno quindi aggiunti due server WMS, il server DM Solutions Group ed il server Lizardtech. Per definire un nuovo server WMS nella sezione Layer, clicca sul pulsante [Nuovo] ed inserisci i parametri di connessione del server WMS desiderato, seguendo le indicazioni della tabella _OGC_1_:

Nome

Un nome per la connessione. Questo nome verrà utilizzato nel menù a tendina dei server in modo da distinguere i vari server WMS.

URL

URL del server che fornisce i dati. Deve essere un indirizzo raggiungibile nello stesso formato che verrebbe usato per aprire una connessione telnet o pingare un host.

Username

Nome utente per accedere un WMS protetto. Questo parametro è opzionale.

Password

Password per accedere ad un WMS protetto. Questo parametro è opzionale.

Ignora URI GetMap

checkbox Ignora la URI GetMap riportata nelle capabilities. Viene utilizzato l’URI del campo URL precedente.

Ignora URI GetFeatureInfo

checkbox Ignora la URI GetFeatureInfo riportata nelle capabilities. Viene utilizzato l’URI del campo URL precedente

Table OGC 1: Parametri di connessione WMS

If you need to set up a proxy server to be able to receive WMS services from the internet, you can add your proxy server in the options. Choose Settings ‣ Options and click on the Network & Proxy tab. There, you can add your proxy settings and enable them by setting checkbox Use proxy for web access. Make sure that you select the correct proxy type from the Proxy type selectString drop-down menu.

Once the new WMS server connection has been created, it will be preserved for future QGIS sessions.

Suggerimento

A PROPOSITO DI INDIRIZZI DEI SERVER WMS

Quando inserisci l’indirizzo URL del server assicurati di usare l’indirizzo di base. Ad esempio non devi inserire frammenti tipo request=GetCapabilities o version=1.0.0 nell’indirizzo.

Avvertimento

Entering username and password in the Authentication tab will keep unprotected credentials in the connection configuration. Those credentials will be visible if, for instance, you shared the project file with someone. Therefore, it’s advisable to save your credentials in a Authentication configuration instead (configurations tab). See ref:authentication_index for more details.

Caricare layer WMS/WMTS

Una volta riempiti tutti i campi dei parametri richiesti, usa il pulsante [Connetti] per caricare le capabilities dei server selezionati. Queste includono: le codifiche delle immagini, i layer, gli stili e le proiezioni. Dal momento che è un operazione eseguita in rete, la velocità di esecuzione dipende dalla velocità della tua connessione. Mentre vengono scaricati i dati dal server WMS, puoi vedere l’avanzamento nella parte inferiore della finestra di dialogo.

Il vostro schermo adesso dovrebbe essere simile a quello rappresentato nella figura_OGR_1, che mostra la risposta fornita dal server WMS dell’European Soil Portal.

Figure OGR 1:

../../../_images/connection_wms.png

Dialog for adding a WMS server, showing its available layers

Codifica immagine

La sezione Codifica immagine elenca i formati supportati sia dal client che dal server. La scelta è in funzione dei requisiti di accuratezza.

Suggerimento

Codifica immagine

Un server WMS offre normalmente la scelta fra immagini JPEG o PNG. Il formato JPEG è un formato di compressione lossy, mentre il formato PNG riproduce fedelmente i dati raster.

È meglio usare il formato JPEG per dati di natura fotografica e/o se la perdita parziale di qualità dell’immagine non causa problemi. Questa scelta riduce normalmente di cinque volte il volume di dati trasferiti rispetto al formato PNG.

L’uso del formato PNG permette una visualizzazione più precisa ed è da usare se non ci sono problemi per l’incremento dei dati trasferiti.

Opzioni

La sezione Opzioni mette a disposizione il campo testo Nome layer per dare un nome al layer WMS. Questo nome apparirà nella legenda a caricamento avvenuto.

Sotto il nome del layer puoi scegliere la Dimensione delle tile, (per esempio 256x256) in modo da dividere la richiesta WMS in richieste multiple.

Il campo Limite di elementi per GetFeatureInfo definisce quali elementi del server interrogare.

Selezionando un layer WMS dalla lista apparirà un campo con il sistema di proiezione predefinito dal server. Se il pulsante [Cambia...] è attivo, allora puoi scegliere un altro SR fornito dal server.

Finally you can activate checkbox Use contextual WMS-Legend if the WMS Server supports this feature. Then only the relevant legend for your current map view extent will be shown and thus will not include legend items for things you can’t see in the current map.

Ordine dei Layer

La scheda Ordine layer elenca i diversi layer disponibili sul server WMS a cui sei connesso. Puoi notare che alcuni layer sono espandibili; questo significa che puoi visualizzare quei layer con diversi stili di immagine.

You can select several layers at once, but only one image style per layer. When several layers are selected, they will be combined at the WMS server and transmitted to QGIS in one go.

Suggerimento

Ordine dei layer WMS

I layer WMS caricati sono sovrapposti in base all’ordine in cui sono elencati nella sezione Layer, ovvero dall’alto verso il basso. Se vuoi cambiare l’ordine di visualizzazione, usa la scheda Ordine layer.

Trasparenza

In this version of QGIS, the Global transparency setting from the Layer Properties is hard coded to be always on, where available.

Suggerimento

Trasparenza dei layer WMS

La possibilità di rendere trasparenti i layer WMS dipende dalla codifica tramite la quale sono stati caricati: PNG e GIF gestiscono la trasparenza mentre il JPEG no.

Sistema di Riferimento

A coordinate reference system (CRS) is the OGC terminology for a QGIS projection.

Ogni layer WMS può avere diversi SR, in funzione delle capacità del server.

Per scegliere uno dei SR disponibili, clicca su [Cambia...] per fare apparire una finestra simile a quella della figura 3 in Lavorare con le proiezioni. La differenza principale è che saranno mostrati solo i SR supportati dal server al quale sei connesso.

Set di tile

Quando usi servizi WMTS (Cached WMS) come

http://opencache.statkart.no/gatekeeper/gk/gk.open_wmts?\
  service=WMTS&request=GetCapabilities

you are able to browse through the Tilesets tab given by the server. Additional information like tile size, formats and supported CRS are listed in this table. In combination with this feature, you can use the tile scale slider by selecting Settings ‣ Panels (KDE) or View ‣ Panels (Gnome, Windows and MacOSX), then choosing Tile Scale Panel. This gives you the available scales from the tile server with a nice slider docked in.

Uso dello strumento di identificazione

Once you have added a WMS server, and if any layer from a WMS server is queryable, you can then use the identify Identify tool to select a pixel on the map canvas. A query is made to the WMS server for each selection made. The results of the query are returned in plain text. The formatting of this text is dependent on the particular WMS server used.

Selezione formato

Se il server supporta diversi formati in output, un menu a tendina verrà automaticamente aggiunto alla finestra delle informazioni risultati in modo che i diversi formati possano essere memorizzati nel progetto.

Supporto formato GML

The identify Identify tool supports WMS server response (GetFeatureInfo) in GML format (it is called Feature in the QGIS GUI in this context). If “Feature” format is supported by the server and selected, results of the Identify tool are vector features, as from a regular vector layer. When a single feature is selected in the tree, it is highlighted in the map and it can be copied to the clipboard and pasted to another vector layer. See the example setup of the UMN Mapserver below to support GetFeatureInfo in GML format.

# in layer METADATA add which fields should be included and define geometry (example):

"gml_include_items"   "all"
"ows_geometries"      "mygeom"
"ows_mygeom_type"     "polygon"

# Then there are two possibilities/formats available, see a) and b):

# a) basic (output is generated by Mapserver and does not contain XSD)
# in WEB METADATA define formats (example):
"wms_getfeatureinfo_formatlist" "application/vnd.ogc.gml,text/html"

# b) using OGR (output is generated by OGR, it is send as multipart and contains XSD)
# in MAP define OUTPUTFORMAT (example):
OUTPUTFORMAT
    NAME "OGRGML"
    MIMETYPE "ogr/gml"
    DRIVER "OGR/GML"
    FORMATOPTION "FORM=multipart"
END

# in WEB METADATA define formats (example):
"wms_getfeatureinfo_formatlist" "OGRGML,text/html"

Proprietà del server

Una volta aggiunto un server WMS, puoi visualizzarne le proprietà cliccando con il tasto destro sul suo nome nella legenda e selezionando Proprietà.

Scheda Metadati

La scheda Metadati mostra molte informazioni sul server WMS: queste informazioni sono fornite dal server stesso in risposta alla richiesta di GetCapabilities fatta da QGIS. Puoi ricavare molte informazioni leggendo gli standard WMS (vediOPOPEN-GEOSPATIAL-CONSORTIUM Letteratura e riferimenti web). Di seguito alcune definizioni utili:

  • Proprietà del server

    • Versione WMS — La versione WMS supportata dal server.

    • Image Formats — The list of MIME-types the server can respond with when drawing the map. QGIS supports whatever formats the underlying Qt libraries were built with, which is typically at least image/png and image/jpeg.
    • Identity Formats — The list of MIME-types the server can respond with when you use the Identify tool. Currently, QGIS supports the text-plain type.
  • Propertà layer

    • Selezionato — Indica se il layer era selezionato quando il server è stato aggiunto al progetto.

    • Visible — Whether or not this layer is selected as visible in the legend (not yet used in this version of QGIS).
    • Può interrogare —Indica se il layer fornisce o meno informazioni se si usa lo strumento Informazioni elementi.

    • Can be Transparent — Whether or not this layer can be rendered with transparency. This version of QGIS will always use transparency if this is Yes and the image encoding supports transparency.
    • Can Zoom In — Whether or not this layer can be zoomed in by the server. This version of QGIS assumes all WMS layers have this set to Yes. Deficient layers may be rendered strangely.
    • Conteggio a cascata — I server WMS possono fungere da proxy per altri server WMS dai quali ottengono i dati raster per un certo layer. La voce mostra quindi quante richieste per questo layer vengono inoltrate ai nodi per ottenere un risultato.

    • Fixed Width, Fixed Height — Whether or not this layer has fixed source pixel dimensions. This version of QGIS assumes all WMS layers have this set to nothing. Deficient layers may be rendered strangely.
    • WGS 84 Bounding Box — The bounding box of the layer, in WGS 84 coordinates. Some WMS servers do not set this correctly (e.g., UTM coordinates are used instead). If this is the case, then the initial view of this layer may be rendered with a very ‘zoomed-out’ appearance by QGIS. The WMS webmaster should be informed of this error, which they may know as the WMS XML elements LatLonBoundingBox, EX_GeographicBoundingBox or the CRS:84 BoundingBox.
    • Disponibilità in CRS — Sistemi di riferimento nel quale il layer può essere rappresentato dal server WMS, elencati nel formato nativo WMS.

    • Disponibile in stile — Stili visuali applicabili al layer dal server WMS.

Mostra la legenda WMS nella legenda e nel compositore di stampe

The QGIS WMS data provider is able to display a legend graphic in the table of contents’ layer list and in the map composer. The WMS legend will be shown only if the WMS server has GetLegendGraphic capability and the layer has getCapability url specified, so you additionally have to select a styling for the layer.

Se legendGraphic è disponibile, viene mostrato sotto il layer. È piuttosto piccolo e dovrai cliccarci sopra per aprirlo nelle dimensioni reali (fatto dovuto alle limitazioni QgsLegendInterface). Cliccando sulla legenda del layer si aprirà una finestra con la legenda alla massima risoluzione.

In the print composer, the legend will be integrated at it’s original (downloaded) dimension. Resolution of the legend graphic can be set in the item properties under Legend –> WMS LegendGraphic to match your printing requirements

La legenda mostrerà informazioni contestuali riferite alla scala attuale. La legenda WMS verrà mostrata solo se il server WMS ha le capability GetLegendGraphic e se il layer ha le capability dell’url getCapability specificate, cosi puoi anche scegliere uno stile per il layer.

Limitazioni del client WMS

Not all possible WMS client functionality had been included in this version of QGIS. Some of the more noteworthy exceptions follow.

Modificare le impostazioni del layer WMS

Once you’ve completed the wms Add WMS layer procedure, there is no way to change the settings. A work-around is to delete the layer completely and start again.

Server WMS che richiedono un’autenticazione

Attualmente sono accessibili server pubblici e server protetti. Puoi accedere ai server protetti con autenticazione pubblica. Puoi aggiungere le credenziali (opzionali) quando carichi un server WMS. Vedi sezione Selezionare server WMS/WMTS per ulteriori dettagli.

Suggerimento

Accesso ai layer OCG protetti

Se devi accedere a layer protetti con password, puoi usare InteProxy come proxy trasparente, che supporta molti metodi di autenticazione diversi. Ulteriori informazioni sono disponibili nel manuale di InteProxy nel sito web http://inteproxy.wald.intevation.org.

Suggerimento

WMS Mapserver QGIS

Since Version 1.7.0, QGIS has its own implementation of a WMS 1.3.0 Mapserver. Read more about this in chapter QGIS as OGC Data Server.

Client WCS

wcs Un servizio WCS fornisce accesso a dati raster che sono utili per la visualizzazione lato client, come input per modelli scientifici e per molti altri usi. Quali sono le caratteristiche che distinguono un servizio WCS dai servizi WFS e WMS? Mentre i servizi WFS e WMS sono istanze server, il servizio WCS permette al client di scegliere le porzioni di server che contengono le informazioni desiderate. Queste informazioni possono essere filtrate attraverso limiti spaziali o altre tipologie di interrogazioni.

QGIS has a native WCS provider and supports both version 1.0 and 1.1 (which are significantly different), but currently it prefers 1.0, because 1.1 has many issues (i.e., each server implements it in a different way with various particularities).

The native WCS provider handles all network requests and uses all standard QGIS network settings (especially proxy). It is also possible to select cache mode (‘always cache’, ‘prefer cache’, ‘prefer network’, ‘always network’), and the provider also supports selection of time position, if temporal domain is offered by the server.

Avvertimento

Entering username and password in the Authentication tab will keep unprotected credentials in the connection configuration. Those credentials will be visible if, for instance, you shared the project file with someone. Therefore, it’s advisable to save your credentials in a Authentication configuration instead (configurations tab). See ref:authentication_index for more details.

Client WFS e WFS-T

In QGIS, a WFS layer behaves pretty much like any other vector layer. You can identify and select features, and view the attribute table. Since QGIS 1.6, editing WFS-T is also supported.

Normalmente la procedura per l’aggiunta di un layer WFS è molto simile a quella vista per i WMS. La differenza sta nel fatto che non ci sono server predefiniti, quindi devi aggiungere manualmente i server noti.

Caricare un layer WFS

Come esempio puoi caricare il server WFS DM Solutions e visualizzare un layer. L’indirizzo da inserire è: http://www2.dmsolutions.ca/cgi-bin/mswfs_gmap

  1. Clicca sullo strumento wfs Aggiungi layer WFS nella barra dei layer ed apparirà la finestra di dialogo Aggiungi layer WFS da server.

  2. Clicca su [Nuovo].

  3. Inserisci il nome ‘DM Solutions’.

  4. Inserisci l’indirizzo precedentemente indicato.

  5. Clicca su [OK].

  6. Choose ‘DM Solutions’ from the Server Connections selectString drop-down list.
  7. Clicca su [Connetti].

  8. Aspetta che vengano caricati tutti i layer.

  9. Seleziona dalla lista il layer Parks.

  10. Clicca su [Applica] per aggiungere il layer alla mappa.

Ogni impostazione proxy presente nelle preferenze viene automaticamente riconosciuta.

Avvertimento

Entering username and password in the Authentication tab will keep unprotected credentials in the connection configuration. Those credentials will be visible if, for instance, you shared the project file with someone. Therefore, it’s advisable to save your credentials in a Authentication configuration instead (configurations tab). See ref:authentication_index for more details.

Figure OGR 3:

../../../_images/connection_wfs.png

Adding a WFS layer

You’ll notice the download progress is visualized in the lower left of the QGIS main window. Once the layer is loaded, you can identify and select a province or two and view the attribute table.

Questo significa che attualmente è supportato solo WFS 1.0.0. Al momento non ci sono stati ancora molti test relativi a versioni di WFS basate su altri server. In caso di problemi con il plugin, non esitare a contattare il team di sviluppo. Vedi la sezione Aiuto e supporto per ulteriori informazioni sulle mailinglist.

Suggerimento

Cercare server WFS

You can find additional WFS servers by using Google or your favourite search engine. There are a number of lists with public URLs, some of them maintained and some not.