Tracciamento live GPS

Per attivare il tracciamento live del GPS tramite QGIS devi selezionare Visualizza ‣ Panelli checkbox Informazioni sul GPS information o premere Ctrl+0. Otterrai una nuova finestra agganciata sul lato sinistro dello schermo.

Ci sono 3 possibili schermate nella finestra di tracciamento GPS:

  • metadata posizione coordinate GPS ed inserimento manuale di vertici e caratteristiche

  • gpsTrackBarChart potenza del segnale di connessione del GPS ai satelliti

  • options opzioni di visualizzazione GPS (vedere figure_gps_options)

Con un ricevitore GPS collegato (deve essere supportato dal sistema operativo), un semplice clic su Connetti collega il GPS a QGIS. Un secondo clic (ora su Disconnetti) scollega il ricevitore GPS dal computer. Per GNU/Linux, il supporto gpsd è integrato per supportare la connessione alla maggior parte dei ricevitori GPS. Pertanto, devi prima configurare gpsd correttamente per connetterti a QGIS.

Avvertimento

Se vuoi registrare la tua posizione sulla mappa devi prima creare un nuovo layer vettoriale ed entrare nella modalità di editing in modo da registrare il percorso.

Posizione e attributi aggiuntivi

metadata Se il GPS sta ricevendo segnali dai satelliti, puoi visualizzare la tua posizione in termini di latitudine longitudine e quota, insieme ad altri attributi aggiuntivi.

../../../_images/gpstrack_main.png

Tracciamento della posizione GPS e attributi aggiuntivi

Potenza del segnale GPS

gpsTrackBarChart Con questa schermata è possibile vedere la potenza del segnale dei satelliti dai quali si sta ricevendo il segnale.

../../../_images/gpstrack_strength.png

Potenza del segnale GPS

Opzioni GPS

options Nel caso di problemi di connessione, puoi attivare una delle seguenti opzioni:

  • radioButtonOn Individuazione automatica

  • radioButtonOff Interno

  • radioButtonOff Device seriale

  • radioButtonOff gpsd (selezionando Host, Porta e Device il tuo GPS si deve connettere)

Un clic su Connetti avvia di nuovo la connessione al ricevitore GPS.

../../../_images/gpstrack_options.png

Opzioni di connessione del GPS

Puoi attivare checkbox Salva automaticamente gli elementi aggiunti quando sei in modalità di editing. Oppure puoi attivare l’opzione checkbox Aggiungi automaticamente punti sulla mappa con una scelta di grandezza e colore.

Attivando checkbox Cursore, puoi usare una barra a scorrimento slider per ridurre o aumentare la dimensione del cursore sulla mappa

Puoi inoltre impostare i parametri Acquisition interval (seconds) e Distance threshold (meters) per mantenere il cursore ancora attivo quando il ricevitore è in condizioni statiche.

Attivando radioButtonOn Centratura mappa puoi decidere in quale modo la mappa dovrà essere aggiornata. Questa opzione prevede ‘sempre’, ‘quando si chiude’ se le coordinate registrate escono fuori dall’estensione della mappa, o ‘mai’ se rientrano nell’estensione della mappa.

Infine puoi attivare checkbox File di log e definire un percorso e un file dove registrare i messaggi che vengono generati durante il tracciamento GPS.

Se vuoi impostare manualmente un elemento, devi tornare a metadata Posizione e clicca su Aggiungi punto o Aggiungi punto traccia.

Connessione di un GPS Bluetooth GPS per tracciamento live

Con QGIS puoi collegare un GPS Bluetooth per la raccolta di dati. Per eseguire questa operazione è necessario che il GPS sia dotato di Bluetooth e che il tuo computer abbia il Bluetooth.

Per prima cosa devi fare in modo che il tuo dispositivo GPS sia riconosciuto e associato al computer. Accendi il GPS, vai sull’icona Bluetooth nell’area di notifica e cerca per Nuovo Dispositivo.

Sul lato destro della maschera di selezione dei dispositivi assicurati che tutti i dispositivi siano selezionati in modo che probabilmente la tua unità GPS appaia tra quelle disponibili. Nella fase successiva dovrebbe essere disponibile un servizio di connessione seriale, selezionarlo e fai clic sul pulsante Configura.

Ricorda il numero della porta COM assegnata alla connessione GPS risultante dalle proprietà Bluetooth.

Dopo che il GPS è stato riconosciuto, esegui l’accoppiamento per la connessione. Di solito il codice di autorizzazione è 0000.

Ora apri il pannello Informazioni sul GPS e passa alla schermata options opzioni GPS. Seleziona la porta COM assegnata alla connessione GPS e fai clic sul pulsante Connetti. Dopo un po” di tempo dovrebbe apparire un cursore che indica la tua posizione.

Se QGIS non è in grado di ricevere dati GPS, devi riavviare il dispositivo GPS, attendere 5-10 secondi e tentare nuovamente di collegarti. Solitamente questa soluzione funziona. Se ricevi ancora un errore di connessione accertati di non avere un altro ricevitore Bluetooth vicino a te, accoppiato con la stessa unità GPS.

Usare GPSMAP 60cs

MS Windows

Un modo più semplice per farlo funzionare è utilizzare un middleware (freeware, non open) chiamato GPSGate.

Avvia il programma, effettua la scansione per i dispositivi GPS (funziona sia per i dispositivi USB che quelli BT) e quindi in QGIS fai clic su Connetti nel pannello Live tracking usando la modalità radioButtonOn Connessione automatica.

Ubuntu/Mint GNU/Linux

Per quanto riguarda Windows, il modo più semplice è utilizzare un server, in questo caso GPSD, quindi

sudo apt install gpsd

Quindi carica il modulo del kernel garmin_gps

sudo modprobe garmin_gps

E quindi collegare l’unità. Poi controlla con dmesg il dispositivo reale utilizzato dall’unità, ad esempio /dev/ttyUSB0. Ora puoi lanciare gpsd

gpsd /dev/ttyUSB0

E infine connettiti con lo strumento di tracciamento live di QGIS.

Usare BTGP-38KM datalogger (solo Bluetooth)

Usare GPSD (in ambiente Linux) o GPSGate (in ambiente Windows) è semplice.

Usare BlueMax GPS-4044 datalogger (sia BT che USB)

MS Windows

Il Live Tracking funziona sia per le modalità USB che BT, utilizzando GPSGate o anche senza tale opzione, basta attivare radioButtonOn Individuazione automatica, oppure connettere lo strumento sulla porta giusta.

Ubuntu/Mint GNU/Linux

Per USB

Il live tracking funziona anche con GPSD

gpsd /dev/ttyACM3

o senza di esso, connettendo lo strumento live tracking di QGIS direttamente al device (vedi esempio al seguente link /dev/ttyACM3).

Per Bluetooth

Il live tracking funziona anche con GPSD

gpsd /dev/rfcomm0

o senza di esso, connettendo lo strumento live tracking di QGIS direttamente al device (vedi esempio al seguente link /dev/rfcomm0).