7.1. Lesson: Lavorare con dati raster

I dati raster sono molto differenti dai vettoriali. I dati vettoriali hanno elementi discreti con geometrie costruite dai loro vertici, e quindi sono connessi con linee e/o aree. I dati raster, invece, sono come un’immagine. Sebbene possano rappresentare varie proprietà di oggetti nel mondo reale, questi oggetti non esistono come oggetti separati. Invece, sono rappresentati utilizzando pixel con diversi valori.

In questo modulo useremo i dati raster per integrare l’analisi GIS esistente.

Obiettivo della lezione: Imparare come lavorare con i dati raster in QGIS.

7.1.1. basic Follow Along: Caricare dati raster

I dati raster possono essere caricati con gli stessi metodi usati per i dati vettoriali. Comunque suggeriamo di utilizzare il pannello Browser.

  1. Apri il pannello Browser ed espandi la cartella exercise_data/raster.

  2. Carica tutti i dati in questa cartella:

    • 3320C_2010_314_RGB_LATLNG.tif

    • 3320D_2010_315_RGB_LATLNG.tif

    • 3420B_2010_328_RGB_LATLNG.tif

    • 3420C_2010_327_RGB_LATLNG.tif

Dovresti vedere la seguente mappa:

../../../_images/raster_step_one.png

Ora ce l’abbiamo - quattro immagini aeree che coprono la nostra area di studio.

7.1.2. basic Follow Along: Creare un raster virtuale

Come puoi vedere, il layer soluzione giace su tytte le quattro immagini. Questo significa che ogni volta dovremo lavorare con quattro raster. Non è l’ideale. Sarebbe meglio avere un solo file con cui lavorare.

Forntunatamente, QGIS permette di fare proprio questo, e senza la necessità di creare un nuovo file raster. Possiamo creare un raster virtuale. Questo è spesso chiamato catalogo, che spiega la sua funzione. Non è un vero raster. Invece, è un modo per organizzare i raster esistenti in un catalogo: un solo file per facilità di accesso.

Per creare un catalogo useremo Processing ► Strumenti.

  1. Apri l’algoritmo Crea raster virtuale dal GDAL ► Miscellanea Raster;

  2. Nel dialogo che appare, clicca sul pulsante vicino al parametro Input layers e seleziona tutti i layer oppure usa il pulsante Seleziona tutto;

  3. Deseleziona Place each input file into a separate band. Nota il campo testo in fondo. Quello che questo dialogo sta facendo è scrivere questo testo per te. È un lungo comando che QGIS andrà ad eseguire.

    Nota

    Tieni a mente che per eseguire il comando puoi copiare ed incollare il testo in OSGeo Shell (utenti Windows) o Terminal (utenti Linux e OSX). Puoi anche creare uno script per ogni comando GDAL. Questo è molto utile quando la procedura richiede tempi lunghi o quando vuoi pianificare dei lavori specifici. Usa il pulsante Aiuto per avere maggiori informazioni sulla sintassi del comando.

  4. Infine clicca su Esegui.

Nota

Come sai dal modulo precedente, Processing crea layer temporanei. Per salvare il file clicca sul pulsante .

../../../_images/build_virtual_raster.png

Ora puoi rimuovere i quattro raster originali dal pannello Layer e lasciare solo il raster catalogo virtuale.

7.1.3. hard Trasformare i dati raster

Il metodo visto ci permette di assemblare virtualmente dei dataset usando un catalogo, e riproiettarli «in corsa». Comunque, se stai impostando dei dati che userai a lungo, è più efficiente creare dei nuovi raster già assemblati e riproiettati. Questa aumenta le prestazioni durante l’uso dei raster su una mappa, ma può richiedere del tempo per impostare il tutto.

7.1.3.1. Riproiettare i raster.

Da GDAL ► Proiezioni del raster apri Riproiezione.

Puoi anche riproiettare raster virtuali (cataloghi), abilitare l’elaborazione parallela,ed altro.

../../../_images/warp_rasters.png

7.1.3.2. Fondere dei raster

Se hai bisogno di crea un nuovo layer raster e salvarlo su disco puoi utilizzare l’algoritmo di fusione.

Nota

A seconda di quanti file raster stai fondendo e dalla loro risoluzione, il nuovo file raster creato può essere molto grande. Considera, invece, di creare un catalogo raster come descritto nella sezione Creare un raster virtuale.

  1. Dal menu GDAL ► Miscellanea Raster e clicca sull’algoritmo Fondi (merge).

  2. Come datto per Creare un raster virtuale, usa il pulsante per scegliere quali layer vuoi fondere.

    Come ingresso puoi anche scegliere un raster virtuale, e tutti i raster di cui consiste saranno elaborati.

  3. Se conosci la libreria GDAL, puoi anche aggiungere le tue opzioni aprendo il menu Parametri avanzati.

../../../_images/merge_rasters.png

7.1.4. In Conclusion

QGIS rende semplice includere dati raster nei tuoi progetti.

7.1.5. What’s Next?

Prossimamente, useremo dati raster che non sono immagini aeree, e vedremo come la simbologia è utile anche del caso dei raster.