Outdated version of the documentation. Find the latest one here.

QGIS as OGC Data Client

L’Open Geospatial Consortium (OGC), è un’organizzazione internazionale che raggruppa più di 300 organizzazioni commerciali, governative, nonprofit e di ricerca. I suoi membri sviluppano e implementano standard per contenuti e servizi geospaziali, analisi GIS e scambio dati.

OGC ha elaborato un numero crescente di specifiche per la descrizione di un modello dati di base per elementi geografici: le specifiche sono orientate a garantire l’interoperabilità nell’ambito della tecnologia geospaziale. Ulteriori informazioni all’indirizzo http://www.opengeospatial.org/.

Important OGC specifications supported by QGIS are:

OGC services are increasingly being used to exchange geospatial data between different GIS implementations and data stores. QGIS can deal with the above specifications as a client, being SFS (through support of the PostgreSQL / PostGIS data provider, see Section Layer PostGIS).

WMS/WMTS Client

Panoramica sul servizio WMS

QGIS currently can act as a WMS client that understands WMS 1.1, 1.1.1 and 1.3 servers. It has particularly been tested against publicly accessible servers such as DEMIS.

WMS servers act upon requests by the client (e.g. QGIS) for a raster map with a given extent, set of layers, symbolization style, and transparency. The WMS server then consults its local data sources, rasterizes the map, and sends it back to the client in a raster format. For QGIS this would typically be JPEG or PNG.

WMS is generically a REST (Representational State Transfer) service rather than a fully-blown Web Service. As such, you can actually take the URLs generated by QGIS and use them in a web browser to retrieve the same images that QGIS uses internally. This can be useful for troubleshooting, as there are several brands of WMS servers in the market and they all have their own interpretation of the WMS standard.

I layer WMS possono essere aggiunti molto semplicemente, una volta disponibile l’indirizzo (URL) per accedere al server WMS, una connessione adatta e posto che il server usi HTTP come meccanismo di trasferimento dati.

Overview of WMTS Support

QGIS can also act as a WMTS client. WMTS is an OGC standard for distributing tile sets of geospatial data. This is a faster and a more efficient way of distributing data than WMS because with WMTS the tile sets are pre-generated and the client only requests the transmission of the tiles and not their production. A WMS request typically involves both the generation and transmission of the data. A well known example of a non-OGC standard for viewing tiled geospatial data is Google Maps.

In order to display the data at a variety of scales close to what the user might want, the WMTS tile sets are produced at several different scale levels and are made available for the GIS client to request them.

This diagram illustrates the concept of tile sets:

Figure WMTS 1:

../../../_images/concept_wmts.png

Concept of WMTS tile sets

The two types of WMTS interfaces that QGIS supports are via Key-Value-Pairs (KVP) and RESTful. These two interfaces are different and you need to specify them to QGIS differently.

1) In order to access a WMTS KVP service, a QGIS user opens the WMS/WMTS interface and adds the following string to the URL of the WMTS tile service:

"?SERVICE=WMTS&REQUEST=GetCapabilities"

An example of this type of address is

http://opencache.statkart.no/gatekeeper/gk/gk.open_wmts?\
  service=WMTS&request=GetCapabilities

For testing the topo2 layer in this WMTS works nicely. Adding this string indicates that a WMTS web service is to be used instead of a WMS service

2) The RESTful WMTS service takes a different form, it is a straightforward URL, the format recommended by the OGC is:

{WMTSBaseURL}/1.0.0/WMTSCapabilities.xml

This format helps you to recognize that it is a RESTful address. A RESTful WMTS is accessed in QGIS by simply adding its address in the WMS setup in the URL field of the form. An example for an Austrian basemap of this type of address is http://maps.wien.gv.at/basemap/1.0.0/WMTSCapabilities.xml

Nota

You can find some old service call WMS-C. Thoses services are quiet similar to WMTS service same purpose but working a little bit differently). You can manage them as the same way you do it for WMTS services. Just add ?tiled=true at the end of the url. See http://wiki.osgeo.org/wiki/Tile_Map_Service_Specification for more information about this specification.

When you read WMTS you can often think WMS-C also.

Selecting WMS/WMTS Servers

Al primo utilizzo di un servizio WMS in QGIS non sono presenti server predefiniti.

Si può avviare lo strumento cliccando sul pulsante e mActionAddWmsLayer Aggiungi layer WMS nella barra strumenti, oppure sulla voce di menu Layer ‣ Aggiungi layer.WMS....

Si aprirà la finestra di dialogo: Aggiungi Layer da server. È possibile aggiungere alcuni server cliccando sul pulsante [Aggiungi server predefiniti]. Verranno quindi aggiunti due server WMS, il server di DM Solutions Group ed il server di Lizardtech. Per definire un nuovo server WMS nella sezione Layer, cliccare su [Nuovo] ed inserire i parametri di connessione al server WMS desiderato, seguendo le indicazioni della tabella _OGC_1_:

Nome

Un nome per la connessione. Tale nome verrà utilizzato nel menù a discesa di scelta dei server in modo da distinguere i vari WMS.

URL

URL del server che fornisce i dati. Deve essere un indirizzo raggiungibile nello stesso formato che verrebbe usato per aprire una commessione telnet o pingare un host.

Username

Nome utente per accedere un WMS protetto. Questo parametro è opzionale.

Password

Password per accedere ad un WMS protetto. Questo parametro è opzionale.

Ignora URI GetMap

checkbox Ignora la URI GetMap riportata nelle capabilities. Viene utilizzato URI del campo URL precedente.

Ignora URI GetFeatureInfo

checkbox Ignora la URI GetFeatureInfo riportata nelle capabilities. Viene utilizzato URI del campo URL precedente

Table OGC 1: Parametri di connessione WMS

È possibile, se necessario, impostare i parametri di un proxy per ricevere i servizi WMS da internet. Selezionare la voce di menu Impostazioni ‣ Opzioni e cliccare sulla scheda Rete, nella quale è possibile inserire le impostazioni abilitando la casella di controllo checkbox Utilizza un proxy per l’accesso web. Assicuratevi di scegliere il tipo di proxy corretto dal menù a discesa Tipo proxy selectstring.

Once the new WMS Server connection has been created, it will be preserved for future QGIS sessions.

Suggerimento

A PROPOSITO DI INDIRIZZI DEI SERVER WMS

Quando si inserisce l’indirizzo URL del server assicurarsi di usare l’indirizzo di base. Ad esempio non bisogna inserire frammenti tipo request=GetCapabilities o version=1.0.0 nell’indirizzo.

Loading WMS/WMTS Layers

Once you have successfully filled in your parameters you can use the [Connect] button to retrieve the capabilities of the selected server. This includes the Image encoding, Layers, Layer Styles and Projections. Since this is a network operation, the speed of the response depends on the quality of your network connection to the WMS server. While downloading data from the WMS server, the download progress is visualized in the left bottom of the WMS dialog.

Il vostro schermo adesso deve essere simile a quello rappresentato alla figura_OGR_1, che mostra la risposta fornita dal server WMS di DM Solutions Group.

Figure OGR 1:

../../../_images/connection_wms.png

Dialog for adding a WMS server, showing its available layers nix

Codifica immagine

La sezione Codifica immagine elenca i formati supportati sia dal client che dal server. La scelta è in funzione dei propri requisiti di accuratezza.

Suggerimento

Codifica immagine

Un server WMS offre normalmente la scelta fra immagini JPEG o PNG. Il formato JPEG è un formato di compressione lossy, mentre il formato PNG riproduce fedelmente i dati raster.

È preferibile utilizzare il formato JPEG per dati di natura fotografica e/o se la perdita parziale di qualità dell’immagine non causa problemi. Questa scelta riduce normalmente di 5 volte il volume di dati trasferiti rispetto al fomrato PNG.

L’uso del formato PNG permette una visualizzazione più precisa ed è da utilizzare se non vi sono problemi per l’incremento dei dati trasferiti.

Opzioni

La sezione Opzioni mette a disposizione il campo testo Nome layer per associare un nome al layer WMS: tale nome apparirà nella legenda a caricamento avvenuto.

Sotto il nome del layer è possibile definire la Dimensione delle tile, (per esempio 256x256) in modo da dividere la richiesta WMS in richieste multiple.

Il campo Limite di elementi per GetFeatureInfo definisce quali elementi del server interrogare.

Selezionando un layer WMS dalla lista appare un campo con il sistema di proiezione predefinito dal server. Se il pulsante [Cambia...] è attivo, allora è possibile selezionare un altro SR fornito dal server.

Ordine dei Layer

La sezione Ordine layer elenca i diversi layer disponibili sul server WMS a cui si è connessi. Si può notare che alcuni layer sono espandibili e questo significa che quei layer possono essere visualizzati con diversi stili.

You can select several layers at once, but only one image style per layer. When several layers are selected, they will be combined at the WMS Server and transmitted to QGIS in one go.

Suggerimento

Ordine dei layer WMS

layer WMS caricati sono sovrapposti in base all’ordine in cui sono elencati nella sezione Layer, dall’alto verso il basso. Se si desidera cambiare l’ordine di visualizzazione, usare la scheda Ordine layer.

Trasparenza

In this version of QGIS, the Global transparency setting from the Layer Properties is hard-coded to be always on, where available.

Suggerimento

Trasparenza dei layer WMS

La possibilità di rendere trasparenti i layer WMS dipende dalla codifica tramite la quale sono stati caricati: PNG e GIF gestiscono la trasparenza mentre il JPEG no.

Sistema di Riferimento

A Coordinate Reference System (CRS) is the OGC terminology for a QGIS Projection.

Ogni layer WMS può essere restituito in molteplici SR, in funzione delle capacità del server.

Per scegliere uno dei SR disponibili, cliccare su [Cambia...] per fare apparire una finestra simile a quella della Figura Proiezioni 3 in Lavorare con le proiezioni. La differenza principale è che saranno mostrati solo i SR supportati dal server al quale si è connessi.

Set di tile

When using WMTS (Cached WMS) Services like

http://opencache.statkart.no/gatekeeper/gk/gk.open_wmts?\
  service=WMTS&request=GetCapabilities

you are able to browse through the tab Tilesets given by the server. Additional information like tile size, formats and supported CRS are listed in this table. In combination with this feature you can use the tile scale slider from the Settings ‣ Panels (KDE and Windows) or View ‣ Panels (Gnome and MacOSX) then choose Tile scale, which gives you the available scales from the tileserver with nice slider docked in.

Uso dello strumento di identificazione

Una volta aggiunto un server WMS, e se uno dei layer disponibili è interrogabile, è possibile usare lo strumento mActionIdentify Informazioni elementi per selezionare un pixel sulla mappa, determinando una interrogazione verso il server WMS. La formattazione del risultato dell’interrogazione fatta dipende dal server WMS utilizzato.

Format selection

If multiple output formats are supported by the server, a combo box with supported formats is automatically added to the identify results dialog and the selected format will is stored in project for the layer.

GML format support

The mActionIdentify Identify tool supports WMS server response (GetFeatureInfo) in GML (it is called Feature in QGIS GUI in this context) format. If “Feature” format is supported by the server and selected, results of the Identify tool are vector features like from regular vector layer. When a single feature is selected in the tree, it is highlighted in the map and it can be copied to clipboard and pasted to another vector layer. See example setup of UMN Mapserver below to support GetFeatureInfo GML format.

# in layer METADATA add which fields should be included and define geometry (example):

"gml_include_items"   "all"
"ows_geometries"      "mygeom"
"ows_mygeom_type"     "polygon"

# Then there are two possibilities/formats available, see a) and b):

# a) basic (output is generated by Mapserver and does not contain XSD)
# in WEB METADATA define formats (example):
"wms_getfeatureinfo_formatlist" "application/vnd.ogc.gml,text/html"

# b) using OGR (output is generated by OGR, it is send as multipart and contains XSD)
# in MAP define OUTPUTFORMAT (example):
OUTPUTFORMAT
    NAME "OGRGML"
    MIMETYPE "ogr/gml"
    DRIVER "OGR/GML"
    FORMATOPTION "FORM=multipart"
END

# in WEB METADATA define formats (example):
"wms_getfeatureinfo_formatlist" "OGRGML,text/html"

Proprietà del server

Una volta aggiunto un server WMS, è possibile visualizzarne le proprietà cliccando con il tasto destro sul suo nome nella legenda e selezionando Proprietà.

Scheda Metadati

La scheda Metadati`mostra molte informazioni sul server WMS: tali informazioni sono fornite dal server stesso in risposta alla richiesta di GetCapabilities fatta da QGIS quando si connette ad esso. Molte definizioni possono essere dedotte leggendo gli standard WMS (vediOPOPEN-GEOSPATIAL-CONSORTIUM :ref:`literature_and_web). Qui seguono alcune definizioni utili:

  • Proprietà del server

    • Versione WMS — La versione WMS supportata dal server.

    • Image Formats — The list of MIME-types the server can respond with when drawing the map. QGIS supports whatever formats the underlying Qt libraries were built with, which is typically at least image/png and image/jpeg.
    • Identity Formats — The list of MIME-types the server can respond with when you use the Identify tool. Currently QGIS supports the text-plain type.
  • Propertà layer

    • Selezionato — Indica se il layer era selezionato quando il server è stato aggiunto al progetto.

    • Visible — Whether or not this layer is selected as visible in the legend. (Not yet used in this version of QGIS.)
    • Può interrogare —Indica se il layer fornisce o meno informazioni se si usa lo strumento Informazioni elementi.

    • Can be Transparent — Whether or not this layer can be rendered with transparency. This version of QGIS will always use transparency if this is Yes and the image encoding supports transparency
    • Can Zoom In — Whether or not this layer can be zoomed in by the server. This version of QGIS assumes all WMS layers have this set to Yes. Deficient layers may be rendered strangely.
    • Conteggio a cascata — I server WMS possono fungere da proxy per altri server WMS dai quali ottengono i dati raster per un certo layer. La voce mostra quindi quante richieste per questo layer vengono inoltrate ai nodi per ottenere un risultato.

    • Fixed Width, Fixed Height — Whether or not this layer has fixed source pixel dimensions. This version of QGIS assumes all WMS layers have this set to nothing. Deficient layers may be rendered strangely.
    • WGS 84 Bounding Box — The bounding box of the layer, in WGS 84 coordinates. Some WMS servers do not set this correctly (e.g. UTM coordinates are used instead). If this is the case, then the initial view of this layer may be rendered with a very ‘zoomed-out’ appearance by QGIS. The WMS webmaster should be informed of this error, which they may know as the WMS XML elements LatLonBoundingBox, EX_GeographicBoundingBox or the CRS:84 BoundingBox.
    • Disponibilità in CRS — Sistemi di riferimento nel quale il layer può essere rappresentato dal server WMS, elencati nel formato nativo WMS.

    • Disponibile in stile — Stili visuali applicabili al layer dal server WMS.

Limitazioni del client WMS

Not all possible WMS Client functionality had been included in this version of QGIS. Some of the more notable exceptions follow.

Modificare le impostazioni del layer WMS

Una volta completata la procedura mostrata dalla finestra mActionAddWmsLayer Aggiungi layer WMS, non è più possibile modificarne i parametri. Una possibile soluzione è quella di eliminare il layer completamente e ricaricarlo reimpostando i parametri.

Server WMS che richiedono un’autenticazione

Attualmente sono accessibili server pubblici e server protetti. È possibile accedere ai server protetti con autenticazione pubblica. Opzionalmente è possibile inserire le proprie credenziali. Si veda Sezione Selecting WMS/WMTS Servers per i dettagli.

Suggerimento

Accesso ai layer OCG protetti

Qualora fosse necessario accedere a layer protetti con password, è possibile usare InteProxy come proxy trasparente, che supporta molti metodi di autenticazione. Ulteriori informazioni sono fornite dal manuale di InteProxy al sito web http://inteproxy.wald.intevation.org.

Suggerimento

|qg| WMS Mapserver

From Version 1.7.0 QGIS has its own implementation of a WMS 1.3.0 Mapserver. Read more about this at chapter QGIS as OGC Data Server.

WCS Client

wcs A Web Coverage Service (WCS) provides access to raster data in forms that are useful for client-side rendering, as input into scientific models, and for other clients. The WCS may be compared to the WFS and the WMS. As WMS and WFS service instances, a WCS allows clients to choose portions of a server’s information holdings based on spatial constraints and other query criteria.

QGIS has a native WCS provider and supports both version 1.0 and 1.1 (which are significantly different), but currently it prefers 1.0, because 1.1 has many issues, each server implements it in different way with various particularities.

The native WCS provider handles all network requests and uses all standard QGIS network settings (especially proxy). It is also possible select cache mode (always cache, prefer cache, prefer network, always network) and the provider also supports selection of time position if temporal domain is offered by server.

Client WFS e WFS-T

In QGIS, a WFS layer behaves pretty much like any other vector layer. You can identify and select features and view the attribute table. Since QGIS 1.6 editing (WFS-T) is also supported.

Normalmente la procedura per l’aggiunta di un layer WFS è molto simile a quella vista per i WMS. La differenza sta nel fatto che non vi sono server predefiniti, di conseguenza è necessario aggiungere manualmente quelli noti.

Caricare un layer WFS

Come esempio è possibile caricare il server WFS DM Solutions e mostrare un layer. L’indirizzo da inserire è: http://www2.dmsolutions.ca/cgi-bin/mswfs_gmap

  1. Cliccare sullo strumento wfs Aggiungi layer WFS nella barra dei layer ed apparirà la finsetra di dialogo Aggiungi layer WFS da server

  2. Cliccare su [Nuovo]

  3. Inserire il nome ‘DM Solutions’

  4. Inserire l’indirizzo precedentemente indicato

  5. Cliccare su [OK]

  6. Choose ‘DM Solutions’ from the dropdown list Server Connections selectstring
  7. Cliccare su [Connetti]

  8. Attendere la ricezione dell’elenco dei layer

  9. Selezionare dalla lista il layer Parks

  10. Cliccare su [Applica] per aggiungere il layer alla mappa

Note that proxy settings you have set in your preferences are also recognized.

Figure OGR 3:

../../../_images/connection_wfs.png

Adding a WFS layer nix

You’ll notice the download progress is visualized in the left bottom of the QGIS main window. Once the layer is loaded, you can identify and select a province or two and view the attribute table.

Questo significa che attualmente è supportato solo WFS 1.0.0. Al momento non vi sono stati ancora molti test relativi a versioni di WFS basate su altri server. In caso di problemi con il plugin, non esitare a contattare il team di sviluppo. Si veda la sezione Aiuto e supporto per ulteriori informazioni sulle mailinglist.

Suggerimento

Cercare server WFS

È possibile ricercare ulteriori server WFS tramite Google o altro motore di ricerca preferito. Ci sono anche diversi elenchi di URL pubblici, alcuni dei quali aggiornati e altri non più manutenuti.